18:51 01 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
973
Seguici su

All’incontro con Donald Trump Vladimir Putin dovrà necessariamente sollevare la questione del perché gli Stati Uniti stiano circondando la Russia con il sistema di difesa missilistico, aumentando così la probabilità di un attacco nucleare contro la nazione. Lo scrive su Consortiumnews l’ex analista della CIA Ray McGovern.

Putin, sostiene McGovern, considerava il Trattato sulla limitazione dei sistemi anti-missile, che gli Stati Uniti hanno sospeso unilateralmente nel 2001, un fattore chiave nel preservare l'equilibrio nucleare tra Mosca e Washington. Tuttavia, l'equilibrio strategico tra gli Stati Uniti e la Russia sta diventando sempre più precario con ogni nuova implementazione del sistema di difesa missilistica. Nel corso del tempo, la Russia diminuirà la possibilità di previsione di un attacco nucleare statunitense contro di essa, il che rende lo scenario dell'utilizzo di armi nucleari per la prevenzione molto più probabile, crede l'autore.
Non è un segreto che Mosca si sente truffata dalla NATO che continua a muoversi verso est. Gli strateghi russi apparentemente credevano di poter imparare a conviverci, fino a quando in Ucraina non è avvenuto il colpo di stato. Il giorno prima che la Crimea "tornasse a far parte della Russia", Putin ha spiegato perché la reazione della Russia agli eventi in Ucraina è stata così difficile. Per il presidente russo la ragione principale era la possibilità che l'Ucraina e la Crimea potessero essere integrate nel sistema di difesa missilistica intorno alla Russia.
Putin, secondo McGovern, incolpa i predecessori di Trump di aver sviluppato dentro di lui una sfiducia persistente nei confronti di Washington su questa importante questione. Putin ha definito la decisione di George Bush di ritirarsi dal trattato un errore enorme. Altre preoccupazioni non sono state fugate dal presidente Obama, anche se ha promesso di mostrare in questa materia "maggiore flessibilità".
Secondo McGovern, al vertice di Amburgo Putin mostrerà la sua famosa compostezza sull'argomento. "Tuttavia, si avrà a che fare con una persona che si sente… infuriato a causa del fatto che le altre persone non capiscono la gravità di questo problema potenzialmente esistenziale".
"Data la storia delle relazioni durante i colloqui con Putin, bisogna fare i conti con il bagaglio di sfiducia. Per dissipare i timori del presidente russo ci sarà bisogno di qualcosa in più delle promesse semplificate stile Obama — ha detto l'autore. — Tenuto conto dell'importanza che egli attribuisce a questo argomento, è del tutto possibile che Putin sia disposto a parlarne seriamente".

Correlati:

Kissinger non offre supporto per incontro Putin Trump
Russia-Usa, Lavrov: Incontro Putin-Trump porti a chiarire rapporti
G20 Amburgo, Cremlino: Ancora non organizzato incontro tra Trump e Putin
Tags:
sfiducia, Armi nucleari, Difesa antimissile, Incontro, Vladimir Putin, Donald Trump, USA, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook