04:39 23 Ottobre 2018
Mondo

“Accordo di adesione Ucraina a sistema energetico UE è inutile”

Mondo
URL abbreviato
2316

L’Ucraina sta facendo il possibile per fare parte dell’UE. Con quale fine?

L'accordo per le condizioni di adesione dell'Ucraina al sistema energetico dell'Unione Europea cambierà poco o nulla per l'Ucraina. Lo comunica oggi in una intervista con IA REGNUM il direttore del Fondo per lo sviluppo energetico Sergey Pikin.

"Penso che essi stiano tentando in tutti i modi di fare parte dell'UE. Questi accordi sono fatti per proseguire il tema dell'adesione ucraina all'Unione Europea. Da un punto di vista realistico questo accordo non cambierà quasi niente. Il sistema di regolazione comunque non funzionerà secondo regolamento europeo ma secondo quello ucraino. Dunque è più una scelta politica" ha osservato l'esperto.

Ha inoltre ammesso che sia possibile che i commercianti europei possano usare i silos di gas ucraini per immagazzinare il gas con l'obiettivo di rivenderlo ad un prezzo più alto. I magazzini di gas ucraini sono le più grandi in Europa dopo quelli russi, dunque in quest'ambito la cooperazione è possibile. Allo stesso tempo sulle relazioni con la Russia questo accordo non può influire perché il sistema di trasporto del gas dell'Ucraina rimane al suo posto.

Ricordiamo che mercoledì 28 giugno a Bruxelles, la compagnia statale ucraina "Ukrenergo" ha firmato un accordo sulle condizioni di adesione al sistema energetico dell'Unione Europea. Il capo della società di Vsevolod Kovalchuk ha celebrato l'evento sul suo account di Facebook, sottolineando che ci sono voluti 11 anni per realizzare il sogno dell'Ucraina, cioè, di integrarsi nella rete elettrica dell'UE. Kiev ha presentato domanda di adesione per la prima volta nel 2006.

Secondo Kovalchuk, l'Ucraina si è sbarazzata del presidente Viktor Yanukovich, ma che tuttavia "ha dovuto affrontare l'aggressione militare, economica ed energetica della Russia". Ma dopo due anni, dopo un importante lavoro di preparazione e dopo decine di colloqui in Europa negli ultimi sei mesi, Kiev presto si unirà alla rete elettrica europea e "ha eliminato un altro elemento di dipendenza energetica dalla Russia". Secondo il capo "Ukrenergo", ora l'Ucraina è su una strada sulla quale non deve fallire.

Correlati:

Kiev: avanza indagine su bomba che ha ucciso membro dell'intelligence
Ucraina, dal Pentagono “no comment” su visita Mattis a Kiev
Crimea chiede all'OSCE di far ragionare Kiev
Ucraina, Kiev chiede a Europarlamento sostegno introduzione preferenze tariffarie
Kiev prolunga sanzioni per un anno le contro MIA “Rossiya Segodnya”
Tags:
Energia, Accordo, energia elettrica, accordi, accordo, crisi energetica, Unione Europea, Bruxelles, Russia, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik