03:12 23 Settembre 2018
Abstract picture of computer virus

Il virus Petya è alle strette: il Times ordina un contrattacco contro gli hacker

CC BY 2.0 / Yuri Samoilov / Virus
Mondo
URL abbreviato
215

Come risposta alle recenti minacce informatiche il Regno Unito dovrà prendere delle misure decisive. Oltre a garantire una difesa affidabile dovranno essere capaci di condurre un “contrattacco” ritiene il Times. Il quotidiano si riferisce al virus Petya, il quale si sospetta essere stato creato in Russia.

La nuova minaccia informatica si diffonde velocemente in tutto il mondo implacabilmente scrive il Times. Il virus Petya richiede $300 all'utente del computer infettato con la minaccia di cancellare per sempre i "dati preziosi".

Secondo la testata, le prime vittime del malware sono state le aziende ucraine, ma successivamente ha colpito altri paesi. L'attacco ha colpito le aziende Merck, Maersk, Cadbury, la compagnia postale tedesca Deutsche Post e anche delle fabbriche in Tasmania.

Ma ci sono due buone notizie. Nel corso del primo giorno degli esperti israeliani hanno trovato un "vaccino", che consiste in unico file capace di difendere i computer dal nuovo virus. Inoltre è stato comunicato che la nuova versione di Windows già possiede la necessaria immunità.

"Nessuno dice che le armi informatiche debbano essere eleganti, ma sul fatto che esse siano capaci di seminare il caos non c'è dubbio. Un simile attacco il mese scorso, presumibilmente  d'origine nordcoreana, ha bloccato il lavoro di 48 filiali del sistema sanitario pubblico. Il nuovo attacco, che ha paralizzato l'aeroporto internazionale di Kiev e ha impedito leverifiche del livello di radiazioni di Chernobyl, è stato probabilmente organizzato dai russi" dice il Times.

Secondo la testata le aziende aperte non dovrebbero "essere degli obiettivi di attacchi informatici". Le giuste contromisure devono includere una "protezione affidabile e un contrattacco senza compromessi". In questo dovrebbero ricoprire un ruolo importante i servizi di controspionaggio.

"Sir Michael Fellon, il Ministro della difesa britannico ha suscitato stupore minacciando di usare mezzi militari per rispondere agli attacchi informatici. È sulla strada giusta. Gli hacker vivono nel mondo reale, ed è nel mondo reale che essi devono essere messi alle strette quando violano leggi o norme internazionali. È difficile, ma non impossibile. Chiedete a Julian Assange" conclude il Times.

Correlati:

Il virus informatico Petya si diffonde in Europa
Virus informatico “Petya” attacca società russe e ucraine
Tu quoque, Petya..?
Tags:
Gran Bretagna, hacker, hacker, Attacco hacker, Il Ministero della Difesa, The Times, Michael Fallon, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik