22:17 07 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
1112
Seguici su

L'apparecchiatura russa FREND (Fine Resolution Epithermal Neutron Detector, installata sul modulo orbitale TGO della prima fase della missione ExoMars-2016) esplorerà la superficie di Marte e cercherà le "oasi", ovvero zone particolarmente umide in cui, secondo gli scienziati, potrebbero esserci le condizioni per la vita di microrganismi protozoi.

Lo ha dichiarato ai giornalisti il direttore dell'istituto di ricerche spaziali dell'Accademia Russa delle Scienze e responsabile dell'esperimento FREND Igor Mitrofanov.

"Abbiamo visto il permafrost, ma non siamo stati in grado di dire dove dove si trovano le zone più umide, possiamo chiamarle le "oasi" della superficie di Marte, dove potrebbe esserci acqua. Cercheremo di risolvere prima di tutto questo compito utilizzando il telescopio di neutroni, che farà una "fotografia ai neutroni" della superficie marziana e mostrerà le zone più umide", — ha detto Mitrofanov in una conferenza stampa a Mosca.

Correlati:

Vita su Marte: nel 2062 una città da un milione di abitanti sul pianeta rosso
NASA: la vita su Marte potrebbe essere esistita più a lungo di quanto ritenuto
Per ricercatori russi è inutile la previsione sulla collisione tra la Terra e Marte
Emirati Arabi Uniti costruiranno la prima città su Marte entro il 2117
Ufologo sicuro, su un satellite di Marte trovata una base di alieni
Tags:
biologia, Astronomia, Scienza e Tecnica, Tecnologia, Spazio, Marte, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook