Widgets Magazine
23:09 22 Ottobre 2019
La bandiera dell'Afghanistan

Afghanistan, Cina: Stupiti se vera notizia che Usa chiudono ufficio dell'inviato speciale

© flickr.com/ ResoluteSupportMedia
Mondo
URL abbreviato
205
Seguici su

Deng Xijin: Cambierà la politica americana? Come reagirà Kabul? Washington porrà maggiore attenzione sul lato militare piuttosto che sui negoziati?

Pechino è stupito dalla notizia che Washington ha deciso di chiudere l'Ufficio del rappresentante speciale per l'Afghanistan e il Pakistan (SRAP), in quanto avviene in un momento in cui gli Stati Uniti si preparano ad inviare più truppe nel paese asiatico. Lo ha affermato l'inviato speciale del ministero degli Esteri cinese per l'Afghanistan, Deng Xijun. La settimana scorsa, i media hanno riferito che il Rappresentante speciale dell'Afghanistan e del Pakistan Laura Miller ha deciso di lasciare il suo incarico il 23 giugno, aggiungendo che il dipartimento di Stato eliminerà completamente lo SRAP.

"Ho letto la notizia quando ero a Islamabad e accompagnato il ministro degli Esteri Wang Yi, la quale riporta che l'ufficio del rappresentante speciale per l'Afghanistan e il Pakistan è stato chiuso e la signora Miller ha lasciato il suo incarico", ha detto Deng Xijun ai giornalisti". "Sinceramente non so cosa accadrà alla politica statunitense sull'Afghanistan. Sono interessato a sapere come il governo di Kabul reagirà alle notizie, in quanto gli Usa svolgono un ruolo importante nella questione afgana. Cosa succederà se l'ufficio verrà chiuso? Cambierà la politica americana?"

Deng ha osservato che le azioni degli Stati Uniti sollevano domande circa il modo in cui Washington intende risolvere il problema afgano, dal momento che l'inviato degli Stati Uniti doveva promuovere i negoziati sulla pace.

"Onestamente non so se gli Stati Uniti presteranno maggiore attenzione al lato militare, piuttosto che promuovere i negoziati. Anche se la signora Miller mi aveva detto molto chiaramente qui a Pechino che la nuova amministrazione statunitense ancora considera la soluzione politica come l'unico modo per la pace e la stabilità nel paese".

Durante il fine settimana il ministro degli Esteri cinese Wang Yi ha visitato il Pakistan, convincendo sia Islamabad sia Kabul a istituire un meccanismo di gestione delle crisi, mediato dalla Cina che avrebbe potenziato il dialogo tra i due paesi. I media statunitensi hanno riferito il 15 giugno che il Pentagono pianifica di inviare altri 4.000 soldati in Afghanistan.

Correlati:

Afghanistan, liberata Tora Bora dall’occupazione dell’ISIS
Afghanistan, auto-bomba a Lashkargah: fino a 42 morti e 60 feriti
Generale USA: la campagna militare in Afghanistan è una vergogna
AP: USA inviano in Afghanistan altri 4000 militari
Tags:
USA, Cina, Afghanistan
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik