Widgets Magazine
06:26 22 Luglio 2019
Il Pentagono, il quartier generale del Dipartimento della difesa statunitense.

Media: gli USA pianificano di fornire aiuto militare a Ucraina nel 2018

CC BY-SA 2.0 / La Citta Vita / Pentagon, aerial
Mondo
URL abbreviato
11322

Il progetto di legge sulla ripartizione dei fondi del Pentagono nel 2018 include degli aiuti militari all’Ucraina, tra i quali l’invio di addestratori e la fornitura di armamenti, comunica il quotidiano Hill citando il rappresentante del comitato della Camera dei rappresentanti per le forze armate USA Mac Thornberry.

"Il progetto di legge include aiuti militari all'Ucraina e un appello all'amministrazione Trump per fornire armamenti agli ucraini affinché essi possano autonomamente difendersi dall'aggressione da oriente" ha dichiarato Thornberry.

All'inizio di maggio il Senato del Congresso ha approvato il progetto del budget federale fino al 30 settembre 2017, il quale prevede l'allocazione all'Ucraina di non meno di 410 milioni di dollari. Si segnala che il Pentagono potrebbe spendere 150 milioni di dollari per "l'addestramento, la fornitura di mezzi militari, armamenti difensivi letali e supporto logistico" così come "aiuto d'intelligence per i militari e le forze di sicurezza nazionali dell'Ucraina".

La Russia ha ripetutamente ammonito gli USA per l'invio di armamenti in Ucraina, poiché una mossa del genere porterebbe ad una escalation del conflitto in Donbass. Il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov ha dichiarato diverse volte che le consegne di armamenti in Ucraina non aiuteranno alla risoluzione del conflitto e all'attuazione degli accordi di Minsk.

La maggior parte dei politici europei si è opposta all'invio di armamenti in Ucraina. L'ex Ministro degli esteri della Germania, ed ex presidente dell' OSCE, l'attuale presidente della Germania Frank-Walter Steinmeier ha in precedenza dichiarato ceh le consegne di armamenti in Ucraina sono un sentiero molto rischioso per uscire dalla crisi. Il rappresentante del comitato di guerra della NATO, Petr Pavel, ha dichiarato di non vedere la necessità di consegne di armamenti a Kiev, perché questo aumenterebbe soltanto "la sofferenza dei civili".

Correlati:

Ucraina, la USAID contribuirà al finanziamento della lotta alla corruzione
Usa, Dipartimento di Stato: continueremo a discutere con Russia su Ucraina e Siria
Militari di Ucraina, Kosovo e Macedonia ad esercitazioni NATO in Germania
USA, il Pentagono spende milioni di dollari per le divise sbagliate della polizia afgana
Pentagono crea nuova unità di intelligence in Europa
Tags:
Armamenti, Supporto, armamenti, corsa agli armamenti, Conflitto nel Donbass, Aiuti al Donbass, Congresso, Pentagono, OSCE, NATO, Frank-Walter Steinmeier, Donald Trump, Petr Pavel, Dmitry Peskov, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik