Widgets Magazine
07:15 17 Settembre 2019
Sede dell'UE a Bruxelles

Esperto: in UE esistono divisioni sociali

© AP Photo / Virginia Mayo
Mondo
URL abbreviato
362
Seguici su

Secondo la maggior parte degli Europei, intervistati in un sondaggio di “Sputnik Opinioni”, ritengono che almeno un altro paese potrebbe uscire dall’UE dopo la BREXIT. L’esperta Lyudmila Babynina esprime la sua opinione su radio Sputnik circa l’assenza nei paesi europei di una unità nel processo d’integrazione.

Secondo i dati del sondaggio condotto nell'ambito di "Sputnik Opinioni", dalla compagnia francese Ifop, la maggior parte dei cittadini europei ritegono che potrebbero esserci cambiamenti nella composizione dell'Unione Europea a breve termine. Al sondaggio i cittadini britannici, francesi, tedeschi e italiani hanno detto di essere sicuri che dopo l'uscita del Regno Unito dall'Europa come minimo un altro paese lo seguirà.

Questa opinione è condivisa da quasi due terzi degli britannici (64%), più della metà dei tedeschi (52%) e degli italiani (57%), e anche il 49% dei francesi. Una parte sostanziale degli intervistati crede che la BREXIT sarà un esempio per molti paesi: il 55% degli britannici, il 50% degli italiani, il 42% dei francesi e il 39% dei tedeschi.

E' curioso che secondo i risultati del sondaggio, i giovani sono coloro che ritengono più probabile l'uscita di qualche governo dall'UE (fino ai 35 anni), piuttosto che gli intervistati al di sopra dei 65 anni. Questo è stato visto in Germania, Francia e Italia. Solo in Regno Unito è stato ottenuto il risultato contrario.

Gli intervistati che pensano invece che l'UE non verrà lasciata da nessun altro paese sono la minoranza: un terzo dei francesi (33%) e degli italiani (32%), il 39% dei tedeschi e solo il 18% dei britannici.

Il sondaggio è coinciso con la votazione del referendum sull'adesione della Regno Unito all'UE. Il sondaggio è stato condotto dal 21 al 25 aprile 2017. Hanno preso parte ad esso 3203 cittadini dai 18 anni in su. L'errore statistico è del 3,1%.

Il direttore del Centro per l'integrazione politica dell'Istituto dell'Europa e dottore in scienze politiche Lyudmila Babynina in onda su radio Sputnik ha osservato che le opinioni in generale in Europa sono diverse.

"La scorsa settimana ho visto un sondaggio dell'opinione generale, il quale dimostrava risultati assolutamente differenti, totalmente contrastanti. In base ad esso l'ottimismo riguardo l'Europa in Germania, Francia, Paesi Bassi e Austria è incrementato significativamente. Dunque le opinioni sono molto diverse. Queste possono essere influenzate anche dallo stato d'animo delle persone che comunicano queste informazioni. Inoltre le opinioni cambiano anche in base ai diversi gruppi di popolazione: dal rifiuto totale dell'integrazione europea ad un atteggiamento positivo verso di essa. È proprio così. Sia il referendum nel Regno Unito, che le elezioni in Francia hanno dimostrato che la società stessa nei paesi europei è abbastanza divisa sulla questione dei processi di integrazione, anche all'interno dei paesi. Cioè c'è la classica divisione sociale"ha detto Lyudmila Babynina.

A giugno 2016 a circa il 52% dei britannici ha votato si al referendum per l'uscita del paese dall'Unione Europea. Alla fine di marzo Londra ha annunciato l'avvio della procedura per la Brexit. Si prevede che la Gran Bretagna uscirà dall'UE nella primavera del 2019.

Correlati:

Sondaggio, gli europei credono che presto altri paesi seguiranno l’esempio della Brexit
Moscovici: l'UE avrà posizione ferma e amichevole nei negoziati Brexit
Un'Irlanda unita o una frontiera rigida dopo il Brexit?
Diversi paesi UE si oppongono a rinnovo automatico sanzioni antirusse
Orban: l’UE non svilupperà mai una politica comune sull’immigrazione
Tags:
Gran Bretagna, Unione Europea, integrazione, euro, Unione, integrazione, Sondaggio, Germania, Europa, Francia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik