02:34 10 Luglio 2020
Mondo
URL abbreviato
1510
Seguici su

I caccia russi la scorsa settimana hanno intercettato 14 aerei ricognitori stranieri, risulta dai dati pubblicati dal quotidiano “Krasnaya Svezda”.

Le intercettazioni sono state condotte dai Mig-31 e dai Su-27 dell'aeronautica russa.

In una settimana sono stati rilevati i voli di 23 aerei ricognitori stranieri ai confini della Russia, tra i quali 10 droni americani RC-135 Global Hawk, 4 dell'aviazione norvegese con P-3C "Orion", tre Gulfstream della Svezia e due aerei della Francia e della Gran Bretagna. Sono stati effettuati inoltre altri voli da Portogallo e Giappone.

Inoltre i bombardieri strategici Tu-160 la scorsa settimana hanno pattugliato le acque del mar Baltico, riporta il quotidiano. Al pattugliamento hanno preso parte anche i caccia Su-27 e gli aerei AWACS A-50.

La ricognizione aerea della NATO da metà giugno ha nettamente incrementato l'attività ai confini occidentali della Russia. L'ultimo incidente è avvenuto nelle acque neutrali del Mar Baltico, quando un caccia F-16 si è avvicinato all'aereo del Ministro della difesa Sergey Shoygu il quale volava verso Kaliningrad.

Correlati:

Media: l’F-16 che ha avvicinato l’aereo di Shoigu sul baltico è polacco
Su-27 russo intercetta aereo spia USA nel Baltico
Expressen: aviazione svedese intercetta due Tu-160 sul mar Baltico
Le esercitazioni dell'aviazione della Flotta del Baltico
Tags:
Volo, Aeronautica, p-3c "orion", Beriev A-50, mig-31, Tu-160, Su-27, Pattugliamento, Provocazione, Volo, NATO, Sergey Shoygu, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook