14:39 18 Agosto 2017
Roma+ 29°C
Mosca+ 26°C
    Gay pride a Kiev

    Cremlino valuta decisione della Corte europea riguardo legge sulla propaganda gay

    © REUTERS/ Stringer
    Mondo
    URL abbreviato
    20519111

    Il Cremlino sta esaminando la decisione Corte europea per i diritti dell’uomo circa la legge russa che vieta la propaganda gay nei confronti dei minori ha dichiarato il portavoce del presidente Dmitry Peskov.

    La Corte di Strasburgo per i diritti dell'uomo ha giudicato la legge come discriminatoria, comunica RIA Novosti. La Corte ha riconosciuto che "anche se le leggi sono intese prima di tutto a tutelare i minori, i limiti di queste leggi non sono stati chiaramente identificati e la loro applicazione è arbitraria".

    "In questo caso, senza dubbio, la decisione verrà esaminata" ha detto Peskov.

    Ha sottolineato che ancora "non ha visto la formulazione" della decisione della Corte, ed è una questione di rilievo che essa abbia ritenuto discriminatoria la legge sul divieto di propaganda gay tra i minori.

    Le autorità russe hanno respinto diverse volte le accuse di discriminazione rivolte alla legge sul divieto della propaganda gay ai minori. Il capo della Corte costituzionale Valery Zorkin ha spiegato che il significato giuridico della legge consiste nella concezione che l'omosessualità sia considerata una devianza dalla norma.

    Correlati:

    Sotto la doccia con un gay, in un sottomarino: cosa farebbe Putin
    Russia, Putin promette monitoraggio diritti gay nel Caucaso settentrionale
    Neonazisti Pravy Sektor irrompono in Gay pride Kiev: feriti tra dimostranti e polizia
    Tags:
    Diritti Umani, Diritti umani, matrimoni gay, Gay pride, Corte Costituzionale, Corte di Strasburgo, Dmitry Peskov, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik