07:03 07 Maggio 2021
Mondo
URL abbreviato
7122
Seguici su

Il Cremlino non è d'accordo con l'estensione delle sanzioni contro la Crimea.

Il Cremlino continua a opporsi alle sanzioni anti-Crimea estese dall'Unione europea e le definisce dannose sia per la Russia sia per gli Stati membri dell'Ue. Lo ha detto il portavoce del Cremlino, Dmitry Peskov.

Yalta, Crimea
© Sputnik . Taras Litvinenko
"Non siamo d'accordo con queste sanzioni, non le consideriamo legittime. Inoltre, riteniamo che danneggino non solo noi, ma anche i Paesi che le propongono" ha spiegato Peskov parlando con i giornalisti.

I ministri degli Esteri degli Stati membri dell'Unione europea hanno esteso le sanzioni contro la Crimea — che scadono questo venerdì — fino al 23 giugno 2018, ha dichiarato il Consiglio dell'Ue.

Correlati:

Ue, estese per 1 anno sanzioni anti-Crimea
Politico: la Casa Bianca vuole ammorbidire il disegno di legge sulle sanzioni antirusse
Tags:
Unione Europea, Sanzioni, consiglio dell'Ue, Dmitry Peskov, Crimea
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook