02:05 20 Agosto 2017
Roma+ 26°C
Mosca+ 22°C
    Julian Assange

    Assange: nel "limbo" dell'ambasciata dell'Ecuador da cinque anni a Londra

    © AP Photo/ Kirsty Wigglesworth
    Mondo
    URL abbreviato
    120602

    Oggi sono esattamente cinque anni dal giorno in cui il fondatore di Wikileaks Julian Assange ha ricevuto asilo politico dall'ambasciata dell'Ecuador a Londra, evitando estradizione ed arresto.

    Nell'estate del 2010 in Svezia sono iniziate le indagini nei confronti di Assange, dopo le denunce di violenza sessuale da parte di due donne. Il fondatore di WikiLeaks ha negato il suo coinvolgimento in questi crimini, insistendo sul fatto che tutti i contatti sono stati consensuali e che le donne hanno presentato denuncia contro di lui per vendetta e sotto influenza di polizia. In seguito gli organi della polizia svedese hanno emesso un mandato d'arresto nei suoi confronti. 

    Il fondatore di Wikileaks nel 2012 si è rivolto alle autorità dell'Ecuador, con la richiesta di asilo politico a causa del timore di estradizione da parte delle autorità svedesi e americane, a causa della sua attività su Wikileaks. L'ambasciata dell'Ecuador a Londra il 19 giugno gli ha dato rifugio a tempo indeterminato in un edificio situato nel quartiere alla moda della capitale britannica, a Knightsbridge.

    La procura di Svezia il 19 maggio di quest'anno, ha chiuso il caso contro Assange. Tuttavia, la polizia di Londra ha detto che se lascerà l'ambasciata, Assange verrà arrestato. Il pretesto per l'arresto a Londra è valido per il mandato emesso a Westminster dal tribunale della magistratura, dopo che il fondatore del controverso sito, il 29 giugno 2012 ha rifiutato di arrendersi alla giustizia.

    Dopo cinque anni trascorsi tra le mura dell'ambasciata, Assange non ha mai lasciato la sua stanza, ad eccezione di alcuni interventi di discorso dal balcone. Non ha mai smesso di lavorare, di pubblicare nuovi materiali per l'organizzazione e comunicare con i suoi sostenitori. Le indicazioni delle forze dell'ordine, per il caso Wikileaks, impongono ad  Assange di non uscire dall'edificio. Gli avvocati e i sostenitori del rifugiato politico esprimono preoccupazione per la sua salute, che si è deteriorata a causa della carenza di aria fresca, passeggiate alla luce del sole.

    Come ha scoperto WikiLeaks, la sorveglianza giudiziaria di Assange in Gran Bretagna è costata 19 milioni di sterline.

    Correlati:

    Assange dice sì all'idea del genero di Trump per creare contatti col Cremlino
    L'avvocato di Assange commenta la chiusura del procedimento penale svedese
    Assange prende in giro il direttore della CIA per le sue accuse contro WikiLeaks
    Tags:
    asilo, ambasciate, Julian Assange, Londra
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik