17:34 23 Giugno 2018
Sigmar Gabriel

Ministro Esteri tedesco: "un grande errore" di Obama umiliare la Russia

© REUTERS / Tiksa Negeri
Mondo
URL abbreviato
6244

Il ministro degli Esteri tedesco Sigmar Gabriel ritiene che l'attuale presidente USA debba correggere gli errori con la Russia commessi dal suo predecessore Barack Obama.

Gabriel lo ha detto in un'intervista al Welt am Sonntag. A suo parere, la squadra di Trump deve iniziare a cercare un "riavvio, nuovi contatti, nuovi negoziati" con Mosca.

"Senza la Russia non saremo in grado di superare i conflitti in Siria, in Libia, in Ucraina e in altri punti. Il tentativo di Barack Obama di umiliare la Russia è stato un grande errore. Io spero che Washington corregga questo errore" ha detto Gabriel. Ma ora, come dice il ministro degli Esteri, Mosca e Washington si allontanano l'una dall'altra.

Obama, in qualità di presidente, ha definito la Russia "potenza regionale", ma in seguito ha ammesso che Mosca ha una grande influenza in tutto il m ondo.Donald Trump ancora prima di essere eletto, e dopo l'entrata in carica, ha più volte dichiarato che vorrebbe riallacciare i rapporti con la Russia, ma molti politici continuano a pensare che sia  tra le principali minacce per gli USA. Inoltre, ora si prepara al Congresso un disegno di legge che prevede il rafforzamento delle sanzioni contro la Russia.

In precedenza il ministro degli Esteri della Germania, con il cancelliere austriaco, ha espresso una forte critica a questo disegno di legge, che, secondo il politico, fa attività di lobby per gli interessi americani del petrolio e del gas e rappresenta una minaccia per l'approvvigionamento energetico dell'Europa. Inoltre, ha criticato il disegno di legge anche Angela Merkel.

Correlati:

Germania, a Forum San Pietroburgo partecipa ministro degli Esteri Gabriel
Gabriel: patto con Iran è il miglior modo per impedirgli la costruzione di armi nucleari
Sigmar Gabriel discute con Lavrov la situazione in Siria dopo l’attacco americano
Tags:
Sanzioni, sanzioni, Congesso, Barack Obama, Donald Trump, Sigmar Gabriel
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik