19:53 16 Dicembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 5°C
    Una vista di Doha, Qatar

    La crisi in Qatar è un fallimento della politica USA nel golfo Persico

    © REUTERS/ Naseem Zeitoon
    Mondo
    URL abbreviato
    580

    L'attuale crisi in Qatar è il primo vero fallimento della politica americana nella regione del golfo Persico, dice l'ambasciatore straordinario e plenipotenziario, membro del Consiglio per gli affari internazionali, Aleksandr Aksenenok.

    L'esperto ha sottolineato che " realmente, nello scenario attuale in Medio Oriente, per tutti i conflitti,  in particolare in Siria, si manifesta una tendenza pericolosa".

    "Il pericolo di questa tendenza è che le grandi potenze non regionali sono sempre più ostaggio di ambiziosi interessi regionali, di piccoli giocatori, il cui ruolo nei conflitti negli ultimi anni è notevolmente aumentato" ha detto l'ambasciatore nel corso della presentazione del rapporto "Medio Oriente: l'oscurità prima di una nuova alba? I conflitti regionali e il futuro del mondo globale" durante l'incontro internazionale di Valdai.

    Il Qatar è "il primo vero fallimento della politica mediorientale americana nella regione del golfo Persico. Questo è stato il risultato di ciò che i partner e alleati regionali degli USA sono in grado di fare, utilizzare questa situazione creata da Donald Trump, con le sue dichiarazioni anti Iran fatte a Riad" ha detto l'esperto secondo cui, questa situazione ha permesso agli alleati e i partner mediorientali di utilizzare la diplomazia americana a loro vantaggio.

    "Non è nell'interesse americano, la squadra dell'amministrazione americana in Medio Oriente ancora non si è formata, gli USA procedono per tentativi ed errori" ha aggiunto l'esperto, che ha anche sottolineato che "c'è il pericolo che questa tendenza anti Iran di Trump, se continuerà, avrà gravi, pericolose conseguenze negative, sulla soluzione politica in Siria, e non solo sul versante politico, ma anche per la tensione militare, dove Russia, Turchia, Iran tentano di ridurre la tensione".

    "È molto pericoloso, gli sforzi di USA e Arabia Saudita sono di grande importanza, perché le risorse dei paesi garanti non sono eterne, si ridurranno col tempo". Arabia Saudita, Bahrain, Emirati Arabi uniti ed Egitto il 5 giugno hanno annunciato la rottura dei rapporti diplomatici con il Qatar, accusando Doha di sostegno di organizzazioni terroristiche e destabilizzazione della situazione in Medio Oriente.

    In seguito hanno interrotto i rapporti diplomatici anche Maldive, Mauritius, Mauritania. Giordania e Gibuti hanno abbassato il loro livello di missioni diplomatiche in Qatar. Senegal, Niger e Ciad hanno annunciato il richiamo degli ambasciatori. Per la fine al blocco del Qatar ci sono solo due stati, membri del Consiglio di cooperazione del Golfo, Kuwait e il sultanato dell'Oman. Il Qatar ha respinto tutte le accuse. 

    La crisi del Qatar è stata provocata per una dichiarazione pubblicata sull'agenzia di Stato a nome dell'emiro del Qatar, in cui si parlava della costruzione di relazioni con l'Iran e del sostegno ai Fratelli musulmani. La dichiarazione è stata pubblicata una settimana dopo il vertice dei paesi del Golfo.

    Il portavoce del ministero degli esteri del Qatar ha detto che il sito dell'agenzia è stato violato da parte di hacker. Tuttavia, Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti e Bahrain hanno ritenuto questa spiegazione non convincente. Il requisito di base dei paesi arabi è l'espulsione dal Qatar di membri di Hamas e di diverse fazioni considerate terroristiche.

    Nel frattempo, ai "nemici" del Qatar si sono aggiunti alti sostenitori. Non solo l'Iran, ma anche la Turchia e l'Iraq. Contro Doha non ha agito il Kuwait, l'Oman e Marocco. La Giordania, nonostante l'abbassamento delle relazioni diplomatiche con il Qatar, non ha intenzione di programmare un ulteriore peggioramento delle relazioni. Il ministro degli esteri del Qatar Mohammed bin Abdulrahman Al-Thani ha definito"amici e alleati" anche la Francia, il Regno Unito e la Germania.

    Correlati:

    Qatar acquista caccia F-15 per $12 miliardi dagli USA
    Il Grande Gioco Mediorientale: Qatar vs Arabia Saudita
    Due navi da guerra USA in Qatar per esercitazioni militari
    Tags:
    crisi, crisi, Paesi del Golfo Persico, Qatar
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik