00:59 28 Maggio 2018
Roma+ 20°C
Mosca+ 16°C
    Centrale nucleare di Doel, Belgio

    Allarme in Belgio: 250 crepe nel reattore della centrale nucleare di Doel

    © AFP 2018 / EMMANUEL DUNAND
    Mondo
    URL abbreviato
    0 05

    Nel corpo principale dell terzo reattore della centrale nucleare di Doel, nelle Fiandre, sono state trovate 250 "preoccupanti" crepe, riporta la versione elettronica del quotidiano Derniere Heure.

    "E' inaccettabile che nel 2017 non disponiamo a sufficienza di mezzi affidabili per monitorare le crepe" — il giornale riporta le parole del deputato ambientalista Jean-Marc Nollet.

    La centrale nucleare di Doel è una delle più vecchie in Europa: è entrata in funzione nel 1974. Nel 2012 il controllo ad ultrasuoni dei reattori ha rivelato migliaia di crepe sul corpo di una delle unità, tuttavia dopo ulteriori esami l'impianto è stato riacceso.

    Dopo l'incidente nella centrale nucleare giapponese di "Fukushima", le autorità belghe hanno deciso di chiudere tutte le centrali nucleari del Paese fino al 2025. Tuttavia il governo e il gestore delle centrali nucleari Electrabel hanno firmato un accordo per prorogare fino al 2025 l'utilizzo di due reattori della centrale nucleare di Doel. Sempre in questo periodo resterà acceso il reattore della centrale nucleare di Tihange in Vallonia.

    Le organizzazioni ambientaliste hanno criticato aspramente queste decisioni, tuttavia Electrabel ha assicurato che i sistemi di sicurezza dei reattori sono affidabili. A sua volta il governo belga nel prendere questa decisione è partito dal presupposto che lo spegnimento totale delle centrali avrebbe potuto mettere a rischio il sistema energetico nazionale.

    Tags:
    Ambiente, Nucleare, Energia, Sicurezza, Belgio
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik