10:34 22 Maggio 2019
The logo of the St. Petersburg International Economic Forum. (File)

I partecipanti del forum di San Pietroburgo discutono della creazione del Made in Russia

© Sputnik . Maksim Blinov
Mondo
URL abbreviato
4120

La fondazione Roscongress il primo giorno del forum economico internazionale di San Pietroburgo gestirà la sessione del "Made in Russia" per la creazione di un marchio nazionale della Russia.

L'obiettivo del progetto è aumentare la presenza dei marchi e prodotti russi all'estero, sulla base di strategie per lo sviluppo delle piccole e medie imprese fino al 2030. Oltre alla creazione del marchio stesso, il progetto prevede supporto informativo dei prodotti di esportazione, marketing, ricerca del posizionamento delle merci russe sui mercati internazionali.

"Quando la produzione del paese è esposta sotto un unico marchio, gli stranieri hanno una chiara comprensione di quali prodotti e da quali settori sono stati sviluppati nel paese" ha detto a Sputnik la direttrice per le esportazioni russe del centro di comunicazione esterna, Vera Podguzova. I partecipanti alla sessione discuteranno in termini di sviluppo di libero scambio e di e-commerce, per i consumatori stranieri e per sostenere gli esportatori russi. Inoltre, come previsto per ogni marchio di esportazione, è necessario ottenere riconoscimento e c'è necessità di utilizzare l'esperienza di altri paesi.

Il moderatore sarà il conduttore televisivo, il vice direttore GTK di Canal Rossia, Sergey Brilev. Parteciperanno al dibattito il vice presidente per il finanziamento delle esportazioni e delle operazioni di Vnesheconombank, Daniel Alguljan, il Governatore della regione di Tula Aleksey Djumin, il vice ministro dell'agricoltura Sergey Levin, il capo della REZ Petr Fradkov, la direttrice generale di ASI Svetlana Chupceva, il presidente dell'AFC Michail Shamolin e altri.

Il REZ, il centro di esportazione russo per l'estero, è pioniere nella creazione di questo marchio in Russia e persegue gli obiettivi fissati dal presidente e dal governo per la crescita delle esportazioni di materie prime, di un 7% annuo. 

"Siamo molto soddisfatti del primo trimestre, c'è crescita rispetto all'anno scorso, soprattutto in alcune regioni, ad esempio, a San Pietroburgo. Speriamo di andare avanti così, è chiaro che sono possibili cambiamenti. Ci aspettiamo che questo anno sarà un successo in termini di esportazioni di materie prime, aspettiamo le cifre" ha affermato la direttrice. 

Priorità viene data ai mercati della Cina, Vietnam, Indonesia, Iran, India, i paesi della CSI e del Sud America. Tuttavia, in futuro si programma un graduale avvicinamento al mercato Europeo.

Il lancio del progetto

Il centro prevede già a metà giugno di emettere i primi certificati per le aziende coinvolte nel marchio Made in Russia. "In questo momento abbiamo circa 20 domande, questi esportatori hanno mostrato interesse e vogliono partecipare al programma" ha aggiunto.

L'interesse dimostrato è, ad esempio, della società Avtovaz, della Bite che produce barrette, dei produttori di abbigliamento e di attrezzature per bambini. Al forum il REC prevede di concludere un accordo per la promozione del Made in Russia con la tv RT."E' il nostro principale partner informativo nell'ambito del programma. Il canale ha una vasta rete di trasmissione in tutto il mondo, i loro contatti con i media stranieri sono molto importanti per noi" ha spiegato la direttrice.

Inoltre, il centro prevede di lanciare presto un sito multilingua per promuovere il marchio. "Oltre che con RT, lanceremo anche un sito in molte lingue, con un catalogo di prodotti e la loro certificazione. Abbiamo iniziato a svilupparlo, cercheremo di finire il prima possibile" ha concluso. 

Correlati:

Forum economico di San Pietroburgo: Gergiev, Shnurov e la cantante preferita del Papa
Germania, a Forum San Pietroburgo partecipa ministro degli Esteri Gabriel
Putin invita le aziende italiane al Forum economico internazionale di San Pietroburgo
Tags:
SPIEF 2017, Esportazioni, Forum economico a San Pietroburgo, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik