Widgets Magazine
09:01 22 Agosto 2019
Montenegro

Ministero esteri Montenegro accusa Mosca di ingerenza in affari interni del paese

© Sputnik . Hans-Georg Schnaak
Mondo
URL abbreviato
9111

Il Ministro degli esteri del Montenegro, Serdzhan Darmanovich ha dichiarato che la Russia “influenza fortemente gli affari interni del paese” e che ha cercato di dissuadere le autorità della Repubblica ad aderire alla NATO, ha riferito la Radio Televisione del Montenegro.

"La Russia si è apertamente intromessa negli affari interni del paese, il che ovviamente non è accettabile. La Russia negli ultimi 3 anni ha condotto una politica nella propria sfera di interesse e si è detta a sfavore dell'ampliamento della NATO. Noi abbiamo stabilito i nostri obiettivi principali, e siamo rimasti sorpresi di quanto fortemente la Russia sia intervenuta nella questione e naturalmente, ci siamo difesi" cita le parole di Darmanovic la stessa emittente TV.

Il procuratore speciale del Montenegro Milivoje Katnich ha detto in precedenza che alcune "autorità russe" sono state coinvolte nel tentativo di colpo di stato durante le elezioni nel paese nel mese di ottobre dello scorso anno, per evitare l'adesione del Montenegro alla NATO. Secondo lui, tali conclusioni si basano sulla testimonianza degli imputati e sulle loro conversazioni. Un portavoce del presidente russo Dmitry Peskov ha dichiarato che le accuse contro Mosca da parte di rappresentanti del Montenegro sono molto gravi tenendo conto che non ci sono né prove né fatti a supporto delle accuse.

"La nostra appartenenza alla NATO non è diretta contro nessuno, compresa la Russia. Ma, naturalmente, non possiamo accettare che un paese terzo possa decidere per noi. Abbiamo relazioni economiche con la Russia, ma non è il nostro principale partner economico, infatti non rientra nella top 10. C'è un significativo flusso turistico proveniente dalla Russia ma gli investimenti russi nella nostra economia si sono dimostrati inefficaci" ha detto il Ministro.

Lunedì scorso il Ministro degli esteri del Montenegro ha dichiarato che il suo paese non vede la Russia "come l'esempio di un sistema democratico", e che Mosca sta cercando di indebolire la NATO e di dividere l'Unione Europea in particolare nei Balcani.

Alla fine di aprile il Ministero degli esteri russo ha dichiarato che Mosca si riserva il diritto di prendere decisioni per proteggere la propria sicurezza nazionale in relazione alla decisione del parlamento del Montenegro di aderire alla NATO.

Come ha comunicato il Ministero coloro che hanno votato nel parlamento del Montenegro per l'entrata nella NATO con il pretesto di una minaccia russa immaginaria, si assumono la responsabilità per le conseguenze "dell'attuazione di piani di organizzati da forze esterne che vogliono rafforzare linee di demarcazione e le differenze in Europa e nei Balcani, e creare una spaccatura tra le profonde tradizioni storiche e relazioni amichevoli dei montenegrini con i serbi e i russi".

Correlati:

Pushkov: Trump mostra al Montenegro il suo vero posto nella NATO
Montenegro, il Parlamento ratifica legge sull’adesione alla NATO
Esplosione in Montenegro ad una stazione degli autobus
Nato, Mosca: Adesione del Montenegro dannosa per la stabilità
Tags:
Espansione NATO, Adesione alla NATO, NATO, Sergej Lavrov, Montenegro
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik