02:24 01 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
36351
Seguici su

Zbigniew Brzezinski, ex consigliere per la sicurezza nazionale dell'ex presidente americano Jimmy Carter, si è spento la scorsa notte all'età di 89 anni, ha riferito la figlia Mika.

"Mio padre si è spento la scorsa notte in pace," — ha scritto la figlia di Zbigniew Brzezinski nella sua pagina su Instagram, riportando allo stesso tempo la notizia della morte del padre su Twitter.

 

Un post condiviso da Mika Brzezinski (@mikabrzezinski) in data: 26 Mag 2017 alle ore 19:18 PDT

 

Secondo il New York Times, Brzezinski è deceduto in un ospedale della Virginia.

L'ex consigliere della Casa Bianca e politologo era nato in Polonia nel 1928, che poco dopo aveva lasciato insieme al padre Tadeusz, un diplomatico polacco, per recarsi negli Stati Uniti, dove aveva poi conseguito una laurea alla McGill University e fatto il dottorato ad Harvard.

Brzezinski, come osserva il giornale, era noto per il suo atteggiamento intransigente nei confronti dell'Unione Sovietica. Brzezinski è autore di diversi celebri libri, molti dei quali tradotti in russo.

Uno dei più famosi è la "Grande Scacchiera" (The Grand Chessboard), in cui ha esposto l'idea secondo cui gli Stati Uniti non dovrebbero consentire a nessun Paese di diventare la potenza dominante nel continente eurasiatico: essenzialmente si riferiva al contenimento dell'Unione Sovietica in Asia centrale.

Correlati:

America in declino: la previsione di Brzezinski
“L’interesse nazionale dell’America” nel tempo presente, secondo Brzezinski
Il licantropo Brzezinski contro lo “sciovinista” Putin
Tags:
URSS, Russofobia, Geopolitica, Diplomazia Internazionale, Morte, Zbigniew Brzezinski, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook