21:40 31 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
352
Seguici su

Un ipotetico ragionamento sulla possibile risposta di Mosca all'introduzione del regime dei visti con l'Ucraina è ancora inutile, bisogna attendere altre discussioni russofobiche, ha detto il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov.

Il capogruppo del "Fronte Popolare" Maxim Burbak ha invitato i deputati a considerare il disegno di legge sull'introduzione del regime dei visti con la Russia. Secondo lui, Kiev deve "utilizzare tutti i metodi per combattere l'aggressore, che deve pagare il prezzo più alto". I media ucraini scrivono che il Parlamento può prendere in considerazione questa questione nel corso della settimana.

"Una sorta di ragionamento ipotetico in questo caso è difficilmente possibile e pertinente. Aspettiamo un altro giro di discussioni russofobiche. Si sa già che questa questione più volte è stata messa all'ordine del giorno, sempre senza sobrietà o equilibrio di giudizio, al fine di non prendere in considerazione il problema. Vediamo cosa accade questa volta", ha detto Peskov, rispondendo alla domanda dei giornalisti su un eventuale risposta della Russia alle azioni di Kiev.

"Si tratta ancora una volta di " tirare le orecchie per fare un dispetto". Nulla di più. Sapete quanto questa mossa potrebbe colpire gli interessi degli stessi ucraini. Sarebbe difficile sopravvalutare, probabilmente, l'effetto negativo per gli stessi abitanti dell'Ucraina" ha sottolineato il portavoce del Cremlino. Secondo Peskov, in materia di restrizioni sui visti, Mosca, di solito, parte dal principio di reciprocità.

L'introduzione dei visti è stata sollevata dal Parlamento ucraino.  Ad ottobre 2016 la proposta è stata fatta dal presidente della Verkhovna Rada Andrej Paruby, poi dalla fazione il Blocco, di Petro Poroshenko. Ora per attraversare il confine russo-ucraino non è necessario nemmeno il passaporto per l'espatrio all'estero. 

Correlati:

Chi va piano... va dall'Ucraina
L'Ucraina verso l'introduzione del visto per i russi
Associazione digitale dell'Ucraina sul blocco dei siti: è tecnicamente impossibile
Tags:
visti, Dmitry Peskov, Ucraina, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook