16:17 21 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 15°C
    Combattenti curdi

    Turchia prepara nuove operazioni militari in Iraq e Siria contro curdi

    © AP Photo/ Hussein Malla
    Mondo
    URL abbreviato
    575659

    Lo Stato Maggiore turco ha elaborato un piano di possibili operazioni anti-terrorismo per prevenire possibili attacchi dai gruppi armati curdi in Siria e in Iraq, segnala l'agenzia Anadolu.

    I colloqui tra Donald Trump e Tayyip Erdogan di martedì scorso a Washington sono avvenuti sullo sfondo di pesanti divergenze tra i due Paesi per la decisione del presidente statunitense di fornire armi ai curdi in Siria che lottano contro i terroristi del Daesh. La posizione ufficiale della Turchia è che i gruppi armati curdi siriani YPG e PYD) hanno legami con il Partito dei Lavoratori del Kurdistan (PKK), movimento indipendentista di estrema sinistra che sia Ankara che Washington considerano terroristico.

    Come dichiarato da Erdogan dopo i colloqui con Trump, Ankara si riserva il diritto di prendere misure di ritorsione unilaterali contro le forze di autodifesa curde siriane in caso di loro attacco.

    Secondo le fonti nell'esercito turco dell'agenzia di Ankara, i piani prevedono "una dura reazione a qualsiasi attacco dei terroristi del PKK e delle milizie curde in Siria e Iraq (YPG e PYD).

    "Nelle basi militari, destinate ad essere usate nel piano dello Stato Maggiore della Turchia, sta terminando l'addestramento per le operazioni nei Paesi confinanti. I depositi sono stati riforniti di armi e munizioni, le zone di confine sono state rafforzate con mezzi militari supplementari.

    Allo stesso tempo nelle zone di confine della Turchia con l'Iraq e la Siria sono state create le infrastrutture di supporto logistico. Diverse unità militari sono state riposizionate lungo i confini.

    I servizi segreti turchi monitorano attentamente le zone di confine di fronte ai territori controllati dalle forze delle milizie curde del PYD e YPG nel nord dell'Iraq e della Siria.

    Inoltre secondo quanto riferito dall'agenzia turca, le truppe dell'Esercito Libero Siriano al termine dell'operazione militare della Turchia "Scudo dell'Eufrate" sono state coinvolte in un programma di intensivo addestramento militare, organizzato dalle forze armate turche.

    Il programma è stato lanciato lo scorso 29 marzo nei campi di addestramento allestiti vicino al confine turco-siriano.

    Correlati:

    I curdi libereranno la Siria con l'aiuto delle armi americane
    Curdi continuano a combattere contro l'ISIS per Raqqa: uccisi 19 islamisti
    Erdogan non esclude di colpire di nuovo i curdi in Iraq e in Siria
    Pax irachena, perché la convivenza tra sciiti, curdi e sunniti è l’unica via
    Siria, Turchia: Abbiamo differenze con Russia su curdi e soluzione crisi
    Tags:
    Geopolitica, Difesa, Sicurezza, Curdi, crisi in Siria, PKK, PYD, YPG, Recep Erdogan, Donald Trump, Medio Oriente, Siria, Iraq, USA, Turchia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik