11:51 13 Dicembre 2017
Roma+ 14°C
Mosca+ 3°C
    Una delle strade di Kiev

    Consiglio di sicurezza: ucraini non saranno puniti se bypassano il blocco di siti russi

    © AFP 2017/ VASILY MAXIMOV
    Mondo
    URL abbreviato
    254

    Gli utenti non saranno puniti per bypassare il blocco dei social network russi, ha dichiarato il responsabile del servizio di sicurezza informatica dell'ufficio del Consiglio nazionale di sicurezza e di difesa, Valentin Petrov.

    La società Mail.Ru Group, a cui appartengono social network Vkontakte e Odnoklasniki, ha inviato le istruzioni su come utilizzare i servizi per bypassare il blocco di accesso.

    "Noi non giudichiamo il contenuto, se qualche utente lo utilizzerà — ora che molte spiegazioni sono apparse per aggirare il divieto d'accesso- non verrà punito per questo" ha detto Petrov in onda sul canale televisivo 1+1.

    Inoltre, ha sottolineato che uno dei motivi del blocco di siti russi è la necessità di garantire la sicurezza dei dati degli utenti.

    "I dati che vengono trasmessi su servizi russi, secondo la legge russa, sono memorizzati in Russia, e a completa disposizione della controparte, che ha un assoluto e pieno accesso a questi dati. Compresi i dati personali dei cittadini dell'Ucraina. Tutto questo è sotto il controllo del servizio Federale di sicurezza" ha detto Petrov.

    Il presidente dell'Ucraina ha approvato la decisione del consiglio di sicurezza nazionale di estendere e ampliare l'elenco delle sanzioni nei confronti di persone fisiche e giuridiche russe. L'elenco comprende 1228 cittadini e 468 aziende. In particolare, in Ucraina, è vietato l'accesso ai social network Vkontakte, Odnoclassniki, Yandex e Mail.Ru. Il decreto è entrato in vigore mercoledì. Come ha dichiarato il ministero degli Esteri della Russia, Kiev, vietando i social network russi, vuole bloccare le fonti alternative di informazione nel paese.

    Il presidente dell'associazione di Internet Aleksandr Fedienko ha detto che la procedura "richiede notevoli investimenti finanziari e di tempo per l'adeguamento delle reti di accesso a internet". Il co-proprietario dei fornitori di servizi internet Vladimir Sidorenko, a sua volta, ha ricordato che la decisione di bloccare i social network può essere facilmente aggirata tramite vpn, server proxy e altre tecniche.

    Correlati:

    Ucraina, avviato l’oscuramento dei siti internet russi sotto sanzioni
    Internet, la chiave del successo per gli “artigeni”
    Emirati Arabi, pubblicare video “immorali” in internet è reato
    USA, foto di soldatesse nude in internet. Il Pentagono indaga
    Tags:
    Internet, Blocco, Ucraina
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik