03:45 15 Dicembre 2017
Roma+ 11°C
Mosca+ 1°C
    A view shows Tehran's skyline at night with the Milad tower, the sixth tallest tower in the world, Iran May 3, 2016

    Iran si prepara alla "battaglia" politica con il teologo per la presidenza

    © REUTERS/ Marius Bosch
    Mondo
    URL abbreviato
    132

    Il “giorno del silenzio elettorale” è arrivato in Iran un giorno prima dell'inizio del voto per le elezioni presidenziali. La campagna elettorale, protrattasi per quasi un mese, è terminata giovedì alle 8 di mattina dell’ora locale.

    Secondo la dichiarazione del centro per lo svolgimento delle elezioni del Ministero degli interni iraniano, dalle 8 di mattina di giovedì ai candidati e ai loro staff è proibito condurre qualsiasi propaganda elettorale, mentre i media e i social network non devono pubblicare informazioni in grado di influenzare l'esito delle elezioni.

    Dopo che alle corsa alle elezioni sono stati eliminati due pretendenti alla carica di presidente,  sono rimasti solo quattro candidati: il presidente Hassan Rouhani, l'ayatollah Ebrahim Raisi, l'ex vice-presidente Mostafa Hashemitaba e il candidato dei conservatori Mostafa Agha Mirsalim.

    Il candidato che otterà più del 50% dei voti sarà riconosciuto vincitore. Se nessuno dei candidati riuscirà a ottenere il 50% si andrà al secondo turno. Secondo i sondaggi alle elezioni del 19 maggio parteciperanno due terzi dei cittadini dell'Iran.

    Correlati:

    Iran, sondaggio: la maggioranza degli elettori parteciperà alle elezioni presidenziali
    Iran al voto, ecco chi sono i candidati (e i favoriti)
    Perchè la Turchia difende il confine con l'Iran con barriere, torri e filo spinato?
    Media: l'Iran ha testato un siluro ad alta velocità
    Tags:
    elezioni, candidato, elezioni, elezioni amministrative, Ministero degli Interni, Iran
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik