15:56 24 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 17°C
    Base navale di Guantanamo

    Gli USA hanno più di 800 basi militari in tutti i continenti

    © flickr.com/ Don Vansant
    Mondo
    URL abbreviato
    7914193

    Il rischio di un conflitto nucleare è in crescita a causa della presenza militare americana nella penisola coreana, ha detto a Sputnik Antonio Barreto, presidente del Centro Brasiliano di Solidarietà con i Popoli e la Lotta per la Pace.

    I rappresentanti di circa 30 paesi si sono incontrati a Guantanamo, a Cuba per il Seminario per la Pace e per la chiusura delle basi militari straniere. I partecipanti hanno discusso della presenza militare straniera in territori sovrani e, nel caso di Cuba, della restituzione di Guantanamo, occupata dagli USA. 

    "Noi, combattenti per la pace, chiediamo di chiudere le basi militari all'estero. C'è bisogno di una grande campagna in questo momento,  ci troviamo sulla soglia di un grande conflitto militare con possibile uso di armi atomiche nella penisola coreana. Ci sono già le navi da guerra, sottomarini nucleari e i soldati americani che minacciano la Cina, che minacciano tutti i popoli della regione, che minacciano la pace sul pianeta" ha detto Barreto.

    L'attivista ritiene che USA sono l'esempio più clamoroso di politica interventista: il paese ha investito molto nella presenza militare in altri stati.

    "Queste basi rappresentano una minaccia per tutta l'umanità. Oggi gli USA sono già in più di 800 basi militari in tutti i continenti. L'attuale governo guidato da Donald Trump non cerca di ridurre il loro numero, al contrario, vuole la costruzione di nuove basi, in Argentina, in Colombia e in altri paesi, soprattutto in America Latina" ha osservato Barreto.

    Tra le proposte c'è stata l'istituzione della Giornata Internazionale della Chiusura delle basi militari straniere il 28 febbraio, una data che servirà da punto di riferimento per condurre attività contro questo problema. "La lotta per la chiusura delle basi militari in tutto il mondo è la lotta per la pace sul pianeta", ha sottolineato il brasiliano pacifista. Alle riunioni di Guantanamo, sede dell'evento, hanno partecipato "persone provenienti da 36 paesi e organizzazioni di tutto il mondo".

    Secondo gli organizzatori, il luogo non è stato scelto a caso: "i 117 chilometri della provincia di Guantanamo sono occupati dalla base della marina USA, che si è trasformata in un centro di tortura e violazione dei diritti umani contro presunti 'terroristi'". L'incontro è stato organizzato dal consiglio Mondiale della pace, il World Peace Council, e con la partecipazione le Organizzazioni di Solidarietà con i Popoli dell'Africa, dell'Asia e dell'America Latina, l'OSPAAL e associazioni cubane per la pace.

    Correlati:

    Sorvolo di aereo di pattugliamento anti-nave USA vicino basi russe in Siria
    La Corea del Nord minaccia di distruggere tutte le basi USA nell’Oceano Pacifico
    Mosca avverte USA: non responsabili se colpite basi coalizione in Siria
    Tags:
    Conferenza di pace, Cuba
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik