11:23 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
8153
Seguici su

L'organizzazione per i diritti umani Amnesty International ha condannato l'arresto di manifestanti in Ucraina durante la celebrazione della Giornata della Vittoria "per uso non violento" di simbologia sovietica.

L'organizzazione lo afferma in una dichiarazione pubblicata sul sito del dipartimento ucraino. Il divieto di uso di simbologia associata al partito comunista e al passato sovietico è "una violazione del diritto della libertà di espressione" e la detenzione di manifestanti pacifici  "un passo nella limitazione della libertà di parola e di riunione pacifica voluto dalle autorità ucraine", sottolineano i difensori dei diritti umani.

Amnesty International ha chiesto di liberare i manifestanti arrestati e tenere un'indagine "efficace e imparziale" sui casi di violenza durante le manifestazioni del 9 maggio.

Alla  Giornata della Vittoria hanno partecipato circa 600mila ucraini. Le azioni svoltesi sono state dettate da condizioni di provocazione da parte dei radicali ucraini e per il divieto ufficiale di simboli della Vittoria, come i nastri e la bandiera della Vittoria. Durante gli scontri sono state arrestate più di 50 persone. Alcuni agenti di polizia sono rimasti feriti.

Correlati:

Diritti umani: il Cremlino rimanda al mittente le accuse di Amnesty International
Buona Giornata della Vittoria!
9 maggio: giorno della Vittoria, dimenticato dall’Occidente
Tags:
condanna, arresti, Amnesty International, Kiev
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook