00:51 26 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
10232
Seguici su

I residenti locali e l'opposizione hanno dichiarato che i video della messa in scena degli attacchi con sostanze chimiche, e i consulenti che li hanno fatti, erano operatori di "Al Jazeera" comunica il Centro russo per la riconciliazione delle parti in conflitto in Siria.

La fonte militare-diplomatica il 4 maggio ha comunicato ai giornalisti russi che gli operatori del canale televisivo "Al Jazeera" hanno girato delle riprese nei villaggi di Serakab, Ariha e Jisr al-Shughur in provincia di Idlib, nelle quali viene messo in scena l'utilizzo di armi chimiche contro la popolazione civile da parte dell'esercito siriano.

"Secondo fonti degli abitanti locali e dell'opposizione, nelle città "gruppi di operatori" hanno fatto delle riprese della messa in scena di bombardamenti e attacchi aerei, con l'uso di "sostanze tossiche" si legge nel messaggio del centro.

Tra gli "operatori" i locali hanno identificato cameraman, che lavorano nella regione per il canale televisivo "Al-Jazeera" ha sottolineato il centro.

Non è la prima volta che vengono comunicate tali informazioni. Così, il 2 maggio la tv libanese "Al-Mayadin" ha riferito, citando fonti locali e testimoni oculari, che a Idlib era giunto per fare delle riprese un gruppo di "Caschi Bianchi". Secondo il canale, "sono stati portati con la forza persone provenienti da insediamenti Serakab, e l'evento è stato seguito da un gruppo di uno dei satelliti dei canali televisivi arabi. A quanto pare, si stava preparando la messa in scena di un attacco chimico, simile a quello di Khan Sheykun".

L'organizzazione dei "Caschi Bianchi" dichiara che il proprio obiettivo è di difendere la popolazione civile, con neutralità politica e di non partecipazione ad azioni armate. Su internet, negli ultimi anni, sempre più spesso appaiono video in cui le persone con dei caschi bianchi salvano i bambini dalle macerie.

Tuttavia, allo stesso tempo appaiono anche dei video dove si vede come gli stessi "caschi bianchi" creino dei video dove, infliggendo applicano del trucco alle "vittime" e dettano ad esse cosa devono dire. Inoltre, i giornalisti hanno mostrato i materiali con i quali i "soccorritori" sono equipaggiati con le armi e in uniforme. Il presidente Siriano Bashar al-Assad ha detto che i membri dei "Caschi Bianchi" sono in realtà sostenitori del terrorismo e del  gruppo "Al-Qaeda"*.

L'organizzazione pubblica senza scopo di lucro " Medici svedesi per i diritti umani" in precedenza ha pubblicato una dichiarazione in cui ha sottolinea che le "procedure di salvataggio", riprese nei video dei "Caschi Bianchi", sono successive agli attacchi chimici in Siria.

Correlati:

Israele, Netanyahu: la Siria possiede ancora tonnellate di armi chimiche
Qual è il pericolo delle armi chimiche oggi?
IS usa di nuovo armi chimiche a Mosul
Capo del Pentagono accusa Damasco di detenere armi chimiche
Tags:
guerra, Media, Armi, Conflitto in Siria, Armi chimiche, Conflitto in Siria, Uso armi chimiche in Siria, attacco, caschi bianchi, Organizzazione per l'interdizione delle armi chimiche (Opcw), al Jazeera, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook