11:27 15 Novembre 2019
Militanti del Daesh

Telegraph: nello "Stato Islamico" tra Siria e Iraq 300 cittadini britannici

© AP Photo / AP Photo via militant website, File
Mondo
URL abbreviato
413
Seguici su

Circa 300 cittadini britannici fanno parte dei terroristi dell'ISIS in Siria e in Iraq, scrive il Telegraph.

Secondo il britannico arrestato in Turchia Stefan Aristidu, "la maggior parte dei connazionali non sono semplici combattenti, ma sono responsabili della diffusione di notizie e della gestione dei gruppi di propaganda": "occupano posizioni di alto rango nella struttura terroristica."

Come scrive il quotidiano, lo stesso Aristidu con la sua fidanzata avevano lasciato il Regno Unito nel 2015 per vivere in Siria sotto la Sharia.

Tuttavia ora crede che la vita con i jihadisti è "come vivere in una prigione."

Al momento Aristidu è in Turchia, ma nel caso di estradizione nel Regno Unito rischierebbe l'ergastolo.

Correlati:

ISIS "alleato" nella guerra contro Assad, Russia e Iran: articolo shock del New York Times
Siria, viceministro esteri: gli USA sono in tacito accordo con ISIS e al-Nusra
“Le azioni di Trump in Siria complicheranno la lotta contro l'ISIS”
Russia, arrestati reclutatori dell’ISIS a Tver
Allarme dal Belgio: 5mila jihadisti di ISIS possono tornare in Europa
Tags:
ISIS, jihad, Terrorismo, The Telegraph, Siria, Iraq, Gran Bretagna
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik