18:59 02 Marzo 2021
Mondo
URL abbreviato
118
Seguici su

Erdogan non ha escluso che l'esercito turco attaccherà di nuovo le posizioni dei ribelli curdi in Iraq e in Siria, riferisce l'agenzia AP.

Il ministero degli Esteri ha definito inaccettabili gli attacchi della Turchia ai curdi in Iraq e in Siria. "Saremo costretti a continuare le nostre azioni offensive. Non comunichiamo la data e l'ora del nostro arrivo. Ma sapranno che l'esercito turco sta arrivando" ha detto Erdogan.

Il presidente turco ha anche sottolineato che è necessario "mettere fine" al sostegno dato ai ribelli siriani da parte degli USA e ha intenzione di discutere la questione in un incontro con il presidente americano Donald Trump nel prossimo mese.

La tensione tra i ribelli curdi e l'esercito turco si è acuita dopo che l'aviazione il 25 aprile ha bombardato le posizioni dei ribelli curdi nel nord della Siria e dell'Iraq. La Turchia li ritiene affiliati al PKK. Secondo i dati dello stato maggiore turco, sono morti 70 combattenti curdi. Con la collaborazione della coalizione internazionale i curdi hanno liberato Tabka e Raqqa dall'IS.

Correlati:

Media: Erdogan guadagna diversi voti...alle presidenziali in Francia
Erdogan vuole discutere con Putin l'acquisto dei sistemi anti-missile S-400
Erdogan e Trump si incontreranno a Washington il 16 e il 17 maggio
Tags:
curdi, attacco, Recep Erdogan, Iraq, Siria, Turchia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook