09:50 23 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
273
Seguici su

Il presidente Donald Trump, in un discorso in occasione dei suoi primi 100 giorni di governo, ha definito i "media di Washington" una "palude".

"Adesso un grosso gruppo di attori di Hollywood e giornalisti di Washington sono in albergo nella nostra capitale per la cena dei corrispondenti alla Casa Bianca. Senza il presidente" ha detto Trump, parlando ai sostenitori nella città di Harrisburg. Secondo Trump "nulla può renderlo più felice di 100mila sostenitori, invece che quella palude di Washington, cioè un pubblico molto più grande e con persone migliori".

Trump ha nuovamente accusato i media di diffondere fake news. "Ora sono seduti a Washington, quelli che ci guardano e vogliono essere qui, insieme a noi" ha detto. Il presidente ha detto che "i media sono stressati". Citando i dati dei sondaggi di opinione, ha detto che "più della metà degli americani crede che i media non hanno nulla a che fare con la vita reale". Ha inoltre richiamato l'attenzione su un dato: "l' 89% dell'attività della stampa è negativa".

L'associazione dei corrispondenti alla Casa Bianca ogni anno organizza cene di gala. I presidenti tradizionalmente erano presenti in occasione di questi eventi. Trump ha violato questa tradizione. E' stata una sorpresa presidenziale: Trump ha messo i media americani in una posizione scomoda.

Correlati:

I cento giorni di Trump: merito suo "l'isolamento della Russia alle Nazioni Unite"
Siria, Naryshkin: Attacco Usa mette in dubbio promessa di Trump
Nato, Trump a Gentiloni: Italia paghi di più
CNN: per la Russia solo delusioni dai primi 100 giorni di amministrazione Trump
Tags:
Guerra mediatica, Casa Bianca, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook