09:14 18 Agosto 2018
Nave cisterna russa

In Libia liberati i cinque marinai russi

© REUTERS / Hani Amara
Mondo
URL abbreviato
180

I cinque marinai russi della nave Merle sono tornati in patria.

Lo ha detto il vice ministro degli esteri russo, inviato speciale del presidente russo per il Medio Oriente e i paesi dell'Africa, Mikail Bogdanov. "Sono tornati ieri sera ed erano molto felici" riferiscono i media russi.

Il 5 marzo la nave da carico Merle, di proprietà della MT Group di Pietroburgo, è stata bloccata mentre viaggiava verso la città di Zawiya, nelle acque costiere della Libia, per una consegna di materiale metallico partito dalla Turchia. Per questo commercio, considerato illegale, i membri dell'equipaggio non hanno avuto il permesso di attracco.

I diplomatici russi hanno intrapreso ogni sforzo per la liberazione dei marinai. Ramzan Kadyrov il 22 aprile ha scritto su Instagram, che incontrando a Mosca " una delegazione politica e militare della Libia", guidata da Abdulhamid Al Dabiba, ha discusso della liberazione dei marinai.

L'equipaggio era composto da sette membri, tutti russi. La nave in seguito è stata perlustrata nel porto di Tripoli.

Correlati:

Libia, gen. Haftar: non ci sono le condizioni per la creazione di una base militare russa
La OIM denuncia mercato di schiavi in Libia
Russia: Ci aspettiamo che segretario Stato Tillerson dettagli i piani Usa per la Libia
Tags:
liberazione, rapimento, Libia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik