09:43 03 Dicembre 2020
Mondo
URL abbreviato
5010
Seguici su

Il Ministero dell’energia dell’Ucraina ha inviato al governo un pacchetto di documenti necessari per imporre un divieto sull’import di carbone dalla Russia. Lo comunica l’emittente “Espresso” citando il capo del dipartimento Igor Nasalnik.

I membri del Ministero segnalano che Kiev sta valutando di firmare un contratto per l'import di carbone antracite con gli Stati Uniti. Nasalik ha definito questa alternativa più vantaggiosa sia dal punto di vista logistico che dei costi.

"Se questo contratto verrà firmato non avremo bisogno di altre importazioni", ha aggiunto.

In precedenza i radicali ucraini hanno bloccato le consegne di carbone dal Donbass. A febbraio Kiev ha adottato delle misure d'emergenza per il consumo di energia che prevedono una riduzione dei consumi e interruzioni di elettricità a fascie orarie, mentre all'inizio di aprile diverse centrali termoelettriche sono state spente.

Nel 2016 l'Ucraina riceveva carbone da due paesi: dalla Russia e dal Sud Africa. A causa del blocco economico in Donbass nel primo trimestre del 2017 la Russia è risultato il più grande fornitore di carbone in Ucraina. Kiev ha chiesto aiuto agli Stati Uniti e al Sud Africa.

Correlati:

Ucraina, per deficit di carbone chiusa centrale termoelettrica di Dnipro
Groysman: l'Ucraina vuole acquistare carbone da USA, Australia e Sud Africa
Ucraina, premier Groisman: “acquisteremo il carbone da Russia o USA”
Ucraina, media: il blocco del carbone del Donbass avrà effetti catastrofici sull’economia
Tags:
Energia, Economia, Carbone, fornitura, import, Ministero dell'Energia, Igor Nasalik, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook