Widgets Magazine
05:31 22 Settembre 2019
Aleppo (foto d'archivio)

Human Rights Watch accusa USA di non aver evitato bombardamento di una moschea in Siria

© REUTERS / Ammar Abdullah
Mondo
URL abbreviato
5100
Seguici su

L'organizzazione per i diritti umani Human Rights Watch ritiene che i militari americani non abbiano preso le misure necessarie per evitare vittime tra i civili in Siria.

Il rapporto si riferisce al raid presso Aleppo del 16 marzo scorso, in cui sono rimaste uccise 38 persone. Gli attivisti dei diritti umani sono giunti alla conclusione che gli Stati Uniti non siano riusciti a determinare che l'obiettivo del raid era una moschea dove era prevista una funzione religiosa. Inoltre al momento del bombardamento nel luogo di culto islamico si svolgeva un seminario religioso.

"Una corretta analisi del target e di quello che si sarebbe svolto avrebbe potuto determinare almeno alcune di queste cose," — denuncia Human Rights Watch.

Allo stesso tempo gli attivisti dei diritti umani non hanno trovato alcuna prova che durante il raid nella moschea si svolgesse una riunione dei membri di Al-Qaeda o altri gruppi armati.

In precedenza il Comando militare americano del Medio Oriente (CENTCOM) aveva riconosciuto il bombardamento di una moschea nella provincia siriana di Aleppo. A sua volta il Pentagono aveva riferito che era stata colpita una struttura vicino ad una moschea.

Correlati:

“Propaganda palestinese”, Israele nega permesso di lavoro a Human Rights Watch
Ex diplomatico: gli USA non hanno le risorse per un’operazione militare in Siria
Siria, coalizione internazionale bombarda per errore i suoi alleati
Bombardamento americano in Siria
L'Oscar dei “Caschi Bianchi” siriani è una messa in scena
Tags:
Bombardamenti in Siria, crisi in Siria, Human Rights Watch, Coalizione USA anti ISIS, Aleppo, Siria, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik