06:47 14 Dicembre 2018
Lanciamissili russi S-300

Serbia intende comprare gli S-300 russi

© Sputnik . Ramil Sitdikov
Mondo
URL abbreviato
4220

I serbi hanno bisogno di due divisioni di sistemi missilistici antiaerei S-300 e di un reggimento di comando; il loro acquisto è in trattativa con la Russia e la Bielorussia, ha detto ai giornalisti domenica, il Premier Aleksandr Vučić.

Il capo del governo ha dichiarato di aver personalmente parlato con il presidente russo Vladimir Putin e con il presidente della Bielorussia Alexandr Lukashenko.

"Non c'è un accordo per l'S-300. Ho parlato di questo nelle trattative con il presidente Putin e con il presidente Lukashenko" ha detto Vucic.

A gennaio 2017, il Ministro della difesa della Serbia, Zoran Djordjevic ha detto che si prevede di condurre dei negoziati per gli S-300 con la Bielorussia. Per quanto riguarda i negoziati su questo tema con la Russia non ci sono informazioni ufficiali. Vucic è stato l'ultima volta in visita a Minsk dal 26 al 27 gennaio di quest'anno e a Mosca il 27 marzo.

"Non ci sono accordi in materia. Ma per noi sarebbe importante avere due divisioni e un reggimento di comando. Sarebbe una soluzione per molti anni a venire" ha dichiarato Vucic.

Rispondendo alla richiesta di commentare le notizie sui media croati sulla presunta vendita della Russia alla Croazia di S-300 negli anni ‘90, Vucic ha detto di non possedere tali informazioni, e ha sottolineato che la Russia ha ufficialmente smentito questi messaggi.

Correlati:

L'Iran testa i sistemi antiaerei S-300
“Accecare” gli S-300: NI descrive la strategia di guerra elettronica USA
Russia, nella regione di Voronezh in stato di allerta i lanciamissili S-300
Dimostrazione di forza e difesa: consegnati S-300 in Iran
Tags:
armamenti, Armamenti, S-300, vendita, governo, Alexander Lukashenko, Zoran Djordjevic, Alexander Vucic, Vladimir Putin, Serbia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik