15:44 16 Dicembre 2017
Roma+ 13°C
Mosca+ 4°C
    Maxine Waters

    Putin e Trump "inseparabili", dichiara deputata USA

    © AP Photo/ J. Scott Applewhite
    Mondo
    URL abbreviato
    14223

    Il Membro della Camera dei rappresentanti del Partito Democratico, Maxine Waters, ritiene che l’attacco missilistico USA in Siria sia un diversivo di Donald Trump per distogliere l'attenzione dalla revoca delle sanzioni contro la Russia. Lo ha comunicato la deputata ad un meeting a Washington, comunica l’Huffington Post.

    Secondo la Waters, il peggioramento delle relazioni tra Mosca e Washington per la situazione in Sirisa è solo uno "spettacolo". Dal suo punto di vista, Trump e il leader russo Vladimir Putin sono "inseparabili", e l'obiettivo finale di questo aumento di tensione è l'annullamento delle sanzioni che vietano la fornitura alla Russia di attrezzature per l'esplorazione e l'estrazione di petrolio nell'Artico.

    In precedenza, la deputata aveva già fatto dichiarazioni ambigue. Aveva detto che Donald Trump è disposto a "gettarsi tra le braccia del presidente russo, mentre lui continua ad attaccare la Corea". Dopo questa dichiarazione i comici Lexus e Vova hanno fatto uno scherzo telefonico alla politica. A nome del primo ministro dell'Ucraina Vladimir Groisman hanno comunicato di un "intervento" della Russia negli affari interni del paese "Limpopo". La deputata ha risposto seriamente allo scherzo e ha promesso di risolvere la situazione.

    Correlati:

    Independent: parole di Trump su peggioramento relazioni con Russia inattendibili
    National Interest: i neocon adesso corteggiano Trump per attaccare la Siria
    Ex direttore MI6: Trump potrebbe aver richiesto crediti alla Russia
    WSJ: Trump chiede a Jinping di avvisare Pyongyang delle potenzialità degli USA
    Tags:
    Relazioni Internazionali, Diplomazia Internazionale, relazioni bilaterali, Relazioni Russia-Occidente, tensione, relazioni diplomatiche, Congresso, Maxine Waters, Donald Trump, Vladimir Putin, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik