02:09 19 Luglio 2018
Donald Trump

Steven Cohen: “media americani spingono Trump verso il conflitto con la Russia”

© REUTERS / Jim Lo Scalzo/Pool
Mondo
URL abbreviato
10104

Negli Stati Uniti gli attacchi mediatici contro Donald Trump potrebbero avere conseguenze molto più deleterie. L'attuale presidente è disposto a fare tutto per dimostrare di non essere il "pupazzo del Cremlino", scrive l'editorialista di The Nation, lo storico e politologo Steven Cohen.

Secondo il politologo, l'inquilino della Casa Bianca ha ordinato l'attacco missilistico contro la base aerea siriana di Shayrat per "fermare le speculazioni dei media, diventate un ostacolo alla realizzazione del suo mandato presidenziale".

In questo modo i principali media americani che discutono la "collusione di Trump con il Cremlino" sono i complici dell'aggressione americana in Siria, afferma nel suo editoriale.

Inoltre Cohen sottolinea che le attuali tensioni tra Mosca e Washington per certi versi sono provocate dai giornalisti.

"Le parole non sono come un passero, volano e non le riprendi più", — lo storico ricorda un proverbio russo, avvertendo che la nuova ondata di retorica antirussa nei media americani potrebbe provocare una grave crisi internazionale.

Le parole del premier russo Dmitry Medvedev, secondo cui l'attacco contro la Siria ha messo gli Stati Uniti "sull'orlo di uno scontro militare con la Russia", non devono essere trascurate.

Proprio queste dichiarazioni fanno capire le conseguenze dell'isteria della stampa americana, conclude Cohen.

Correlati:

Putin: la credibilità degli USA di Trump si è sgretolata
Il tradimento di Trump ha aperto il vaso di Pandora
Ecco a chi ha spedito Trump il suo segnale per l'attacco in Siria
“Le azioni di Trump in Siria complicheranno la lotta contro l'ISIS”
Al Jazeera: in Siria Trump ha dimostrato di non agire sotto i diktat del Cremlino
Perché la verità sulla Siria non interessa ai media occidentali? Risponde analista tedesco
Lavrov rivela i dettagli dell'incontro col segretario di Stato americano a Mosca
USA e Russia dicono sì a creazione gruppo di lavoro per normalizzare i rapporti
Tags:
Guerra, Geopolitica, Propaganda, Informazione, Giornalismo, Russofobia, Presidenziali USA 2016, crisi in Siria, Esercito della Siria, Cremlino, mass media, Dmitry Medvedev, Bashar al-Assad, Donald Trump, Siria, Russia, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik