04:06 23 Settembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 6°C
    Sean Spicer

    Portavoce di Trump nella bufera per gaffe su nazismo: “studi la storia”, tuona Israele

    © AP Photo/ Evan Vucci
    Mondo
    URL abbreviato
    611704519

    Un ministro israeliano ha definito “oltraggiose” le parole del portavoce della Casa Bianca Sean Spicer, che ha sostenuto che nemmeno la Germania nazista di Adolf Hitler abbia usato le armi chimiche a differenza di Assad, mentre il vicepresidente del Parlamento ha consigliato al rappresentante di Trump di andare a ripassarsi la storia.

    Spicer è finito nella bufera ancora una volta dopo aver accusato il presidente siriano Bashar Assad di aver usato le armi chimiche, sostenendo che "Hitler non si era mai abbassato a tanto". Lo ha dichiarato in una conferenza stampa alla Casa Bianca.

    "Spicer, il portavoce della Casa Bianca, ha urgente bisogno di un insegnante di storia. Hitler usava le armi chimiche ad un livello tale che l'umanità non aveva mai visto, mi auguro che lo apprendi",

    — ha dichiarato il vicepresidente del Parlamento israeliano Nachman Shai, che guida all'assemblea legislativa dello Stato ebraico il gruppo d'interessi con gli Stati Uniti.

    Le sostanze tossiche sono state il principale mezzo con cui sono stati uccisi gli ebrei nei campi di sterminio nazisti, che Spicer ha chiamato "centri di Olocausto".

    Il ministro dei Trasporti israeliano e dell'intelligence Yisrael Katz ha bollato come scandalose le parole di Spicer ed ha esortato il rappresentante della Casa Bianca a scusarsi o dimettersi.

    "C'è un obbligo morale al di sopra delle considerazioni politiche," — ha twittato il ministro.

    Spicer si è scusato in seguito pubblicamente ed ha ammesso che il paragone non era appropriato.

    In risposta Katz ha definito chiuso "l'incidente".

    "Spicer ha fatto bene a chiedere scusa," — ha scritto, sottolineando l'importanza di preservare la verità storica di 6 milioni di vittime del genocidio degli ebrei europei durante la Seconda Guerra Mondiale.

    La leadership israeliana non ha commentato le dichiarazioni di Spicer. Una parte significativa di israeliani è ora in vacanza in occasione della festa della Pasqua ebraica, iniziata lunedì per terminare martedì prossimo.

     

    Correlati:

    Marine Le Pen fa arrabbiare Israele per sue affermazioni sull'Olocausto
    Tags:
    Seconda guerra mondiale, Storia, Nazismo, Armi chimiche, Incidente, Casa Bianca, Nachman Shai, Sean Spicer, Yisrael Katz, Adolf Hitler, Donald Trump, Bashar al-Assad, Israele, Siria, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik