03:33 22 Agosto 2018
Presidente francese Francois Hollande

Hollande: "attacco chimico in Siria non è errore ma atto intenzionale"

© REUTERS / Mark Schiefelbein
Mondo
URL abbreviato
26128

L’utilizzo di armi chimiche a Idlib non è stata una provocazione o la conseguenza di un errore. Lo ha dichiarato il presidente francese Francois Holland.

Holland ha afferamato che ci sono le prove che l'attacco chimico è stato effettuato da un aereo decollato dalla base militare di Shayrat.

"Non lo considero una provocazione", ha detto il presidente in un'intervista al quotidiano Le Monde

Egli ha osservato che, in base alle informazioni in suo possesso, il gas non è stato la conseguenza "di un errore o di un incidente" ma di un attacco con una "tattica ben precisa". A questo proposito, ha sottolineato Hollande, "in assenza di progressi reali nel processo democratico", il metodo militare per risolvere il conflitto è più giustificato adesso che nel 2013.

Correlati:

Attacco chimico in Siria, Mosca conferma sua tesi: colpito deposito chimico dei terroristi
Siria, Lavrov: Importante prevenire attacchi Usa in futuro
Telefonata Xi Jinping - Trump: questioni Siria e Corea
Tags:
attacco, Bombardamento, Armi chimiche, Situazione in Siria, François Hollande, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik