07:10 12 Dicembre 2019
Trump e i media

American Conservative: i media spingono Trump verso la guerra

© REUTERS / Jim Urquhart
Mondo
URL abbreviato
9512
Seguici su

Il fare uso delle forze armate talmente spesso e facilmente degli USA provoca ogni volta reazioni di entusiasmo nei media USA, scrive il colonnista del giornale The American Conservative Daniel Larison.

L'ex conduttore di MSNBC Bryan Williams ha ammirato l'attacco alla base militare siriana ricordando la "bellezza delle armi americane", mentre un famoso giornalista della CNN, Fareed Zakaria, ha dichiarato che Donald Trump "è diventato presidente degli USA la scorsa settimana" quando i missili hanno colpito l'obiettivo, ha sottolineato Larison.

Le parole di Fareed Zakaria e di altri giornalisti americani riflettono l'opinione generale che "essere un vero presidente" significa portare morte e devastazione in altre parti del mondo, osserva il colonnista nella testata.

È allarmante, specialmente se ricordiamo quanto per il nostro presidente sia importante l'opinione dei media nei suoi confronti, e come questo possa spingerlo a ordinare altri sconsiderati attacchi, per accattivarsi la simpatia di questi" conclude il giornalista.

Correlati:

Trump considera imposizione di sanzioni contro la Russia per situazione in Siria
“Le azioni di Trump in Siria complicheranno la lotta contro l'ISIS”
Trump spiega al Congresso il motivo del bombardamento in Siria
Al Jazeera: in Siria Trump ha dimostrato di non agire sotto i diktat del Cremlino
Delusione e rabbia tra i sostenitori di Trump dopo il bombardamento in Siria
Tags:
Media, Attacco, attacco, Media, Attacco missilistico, Donald Trump, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik