18:13 20 Gennaio 2020
Mondo
URL abbreviato
8431
Seguici su

Petr Levashov, programmatore russo 36enne residente a San Pietroburgo, è stato arrestato in Spagna su richiesta delle autorità statunitensi, segnala il canale televisivo RT riferendosi alla moglie Maria.

Secondo la consorte, "l'arresto è stato eseguito durante la notte. Nell'appartamento in cui si trovavano in affitto sono d'improvviso entrate le forze dell'ordine. La famiglia Levashov col proprio figlio si trovava a Barcellona in vacanza con un'amica di famiglia," — ha dichiarato la donna.

Secondo Maria, le forze dell'ordine hanno sequestrato tutti i dispositivi elettronici. Ha inoltre riferito che il tribunale di Barcellona ha avuto una videoconferenza su Skype con la corte di Madrid, durante la quale è stato convalidato l'arresto. Ora l'uomo è in carcere a Barcellona, segnala RT.

La moglie del programmatore russo ha dichiarato di essersi rivolta ad Aleksandr Ionov, difensore dei diritti e vicepresidente del comitato sui diritti umani della Russia, che si occupa della difesa di un altro programmatore russo, Stanislav Lisov, arrestato sempre in Spagna su richiesta delle autorità americane.

"Secondo le accuse contestate a Lisov, rischia fino a 30 anni di reclusione con la confisca dei beni", — ha dichiarato Alexander Ionov.

Tags:
Giustizia, hacker, USA, Spagna, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik