19:55 16 Dicembre 2017
Roma+ 12°C
Mosca+ 5°C
    Pentagono

    Raid USA contro esercito siriano, Pentagono dichiara di aver avvertito la Russia

    © Sputnik. David B. Gleason
    Mondo
    URL abbreviato
    16132

    Gli Stati Uniti hanno avvertito i militari russi prima di bombardare la base dell'Aviazione siriana, ha dichiarato a RIA Novosti un rappresentante del Pentagono.

    "Sì", — ha risposto il rappresentante del Dipartimento della Difesa americano alla domanda se ci sia stato un avvertimento sul raid mirato contro le forze governative siriane.

    Ha risposto affermativamente anche alla domanda se la notifica sia passata dai canali di comunicazione stabiliti tra i militari russi e americani in Siria per evitare conflitti e incidenti.

    Il rappresentante del Pentagono si è rifiutato di rivelare altri dettagli dei contatti avuti con i militari russi.

    In precedenza il canale NBC News aveva riferito che gli Stati Uniti avevano compiuto un attacco missilistico contro una base dell'esercito siriano. E' stato comunicato che sono stati lanciati missili da crociera da una nave militare americana. Secondo l'agenzia France Presse, sono stati sparati 70 razzi. L'obbiettivo del raid americano era la base aerea di Shayrat.

    Il presidente Donald Trump ha confermato di aver dato l'ordine di colpire la base dell'Aviazione siriana da dove, secondo lui, pochi giorni fa sarebbero decollati gli aerei che avrebbero bombardato con armi chimiche obiettivi civili.

    La coalizione occidentale e l'opposizione armata anti-Assad da essa sostenuta avevano denunciato 80 vittime e 200 feriti nella città di Khan Shaykhun della provincia di Idlib. Per l'opposizione i responsabili dell'attacco sono le forze governative. Il comando dell'esercito siriano ha categoricamente respinto le accuse, accusando i ribelli e i loro sostenitori.

    Tags:
    Politica Internazionale, Difesa, Sicurezza, crisi in Siria, Esercito della Siria, esercito USA, Esercito russo, Pentagono, Bashar al-Assad, Donald Trump, Russia, USA
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik