11:03 15 Novembre 2019
Vicepresidente USA Mike Pence

Idlib, Pence: Speriamo in intervento Onu, ma siamo pronti ad agire

© REUTERS / David Swanson/The Philadelphia Inquirer
Mondo
URL abbreviato
36247
Seguici su

L’intervista del vice presidente statunitense a Fox News.

L'amministrazione del presidente degli Stati Uniti Donald Trump è pronta a prendere in considerazione tutte le opzioni per rispondere all'attacco chimico avvenuto nella provincia di Idlib. Lo ha detto in un'intervista il vice presidente statunitense, Mike Pence.

"Confidiamo in una azione dell'Onu, ma voglio essere chiaro: sono in campo tutte le opzioni", ha detto a Fox News.

L'ambasciatore degli Stati Uniti all'Onu Nikki Haley aveva anticipato che ciascun stato membro era libero di intervenire laddove le Nazioni Unite non ottemperasse al suo dovere "di agire collettivamente".

La pensa allo stesso modo Pence che ha sottolineato come la Russia debba rispettare l'accordo del 2013 per l'eliminazione delle armi chimiche dalla Siria. Che ha aderito alla Convenzione internazionale dopo l'accordo tra Russia e Stati Uniti sulla distruzione delle armi chimiche nel paese sotto il controllo dell'Opcw che aveva determinato la moratoria delle operazioni militari statunitensi in Siria.

A gennaio 2016, l'Opcw aveva annunciato che tutte le armi chimiche erano state distrutte.

Correlati:

Trump annuncia cambio di linea su Assad dopo l'attacco chimico ad Idlib
Attacco chimico ad Idlib: indagine appena iniziata ma Occidente ha già trovato i colpevoli
Siria, Mogherini: colloqui Astana importanti e ancora più urgenti dopo fatti Idlib
Aviazione siriana colpisce deposito di munizioni contenente armi chimiche a Idlib
Tags:
Crisi in Siria, lotta contro il terrorismo, Terrorismo, attacco, Armi chimiche, Intervista, ONU, Fox News, Bashar al-Assad, Mike Pence, Russia, Idlib, Siria, USA
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik