06:17 18 Febbraio 2018
Roma+ 14°C
Mosca-6°C
    Vladimir Putin

    Ex funzionario CIA alla CNN: l'attacco di San Pietroburgo è una sfida per il Cremlino

    © Sputnik. ALEXEY DRUZHININ
    Mondo
    URL abbreviato
    949

    Secondo quanto riferito alla CNN dall'ex direttore del dipartimento sulle operazioni russe della CIA Steven Hall, l'attacco terroristico nella metropolitana di San Pietroburgo è una sfida per le autorità del Paese. Per Vladimir Putin è molto importante reagire, per rassicurare i russi che ancora controlla tutti gli aspetti della loro vita.

    "In precedenza dirigeva il dipartimento della CIA sulle operazioni russe. Ci dica cosa pensa delle forze di sicurezza russe. Naturalmente il presidente Putin usa il pugno di ferro, come ex agente del KGB, ora lavora con l'FSB.

    Quando diventa attuale il problema terrorismo, le forze di sicurezza russe naturalmente irrigidiscono le misure, ma ancora il timore di mercenari stranieri è al primo posto all'ordine del giorno," — chiede il giornalista della CNN.

    La risposta di Steven Hall:

    "E' assolutamente vero per quanto riguarda il sistema di controlli ed equilibri, non esistono ostacoli giuridici che devono affrontare i servizi segreti in Occidente e in Europa, nel sistema di potere russo di fatto non esistono. Putin potrà fortemente contare sull'FSB, un'organizzazione in cui aveva lavorato in precedenza, quando si chiamava KGB. Si aspetta che gli uomini dell'FSB molto rapidamente capiscano quello che è successo.

    Credo sarà così. Sono molto adatti e molto efficaci come forza di sicurezza interna e di spionaggio. Non ci sarà alcun ritardo, la Russia farà grandi sforzi, Putin vorrà risposte nel più breve tempo possibile.

    Quello che è successo è una di quelle cose che i russi temono di più. Non solo perché si tratta di un attacco terroristico e di una manifestazione di violenza, ma perchè è un'azione volta a indebolire il governo.

    Ovvero al loro stesso governo a volte è difficile mantenere l'ordine anche in una società chiusa come quella russa. Pertanto per Putin è molto importante reagire e risolvere la questione, per convincere i russi che ancora controlla tutti gli aspetti della vita russa."

    Correlati:

    Putin informato dei risultati preliminari sull'attentato di San Pietroburgo
    Esplosioni nel metrò a San Pietroburgo, bilancio provvisorio: 9 morti e più di 20 feriti
    Terrore nella metropolitana di San Pietroburgo
    Esplosioni in metrò a San Pietroburgo, Putin: prematuro essere sicuri delle cause
    Esplosione nella metro di San Pietroburgo, 10 morti e 47 feriti
    Tags:
    politica interna, Terrorismo, Società, Esplosione, Attentato, Cremlino, FSB, CNN, Vladimir Putin, San Pietroburgo, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik