23:18 23 Novembre 2020
Mondo
URL abbreviato
170
Seguici su

L'Iran non si è rivolto alla Russia per il credito all'esportazione delle nuove unità nucleari della centrale nucleare di Bushehr. Lo ha dichiarato il direttore di Rosatom Aleksey Likhachev.

I lavori di costruzione dei reattori 2 e 3 della centrale nucleare di Bushehr sono iniziati il 10 settembre 2016. La realizzazione del progetto Bushehr 2 durerà dieci anni e costerà all'Iran circa dieci miliardi di dollari. Il reattore 2 dovrebbe entrare in funzione nell'ottobre del 2024, mentre il reattore 3 nell'aprile 2026.

In precedenza, il ministro dell'Energia russo Alexander Novak ha reso noto che nel dicembre 2016 un imprenditore russo aveva ricevuto dall'Iran un anticipo di 185 milioni di euro per finanziare il progetto di costruzione della nuova parte della centrale nucleare di Bushehr.

Correlati:

Ministro della Difesa dell’Iran intima USA di lasciare il Golfo Persico
Vertolety Rossii ha firmato un contratto per gli Ansat in Iran
Rohani: la cooperazione tra Russia e Iran non è diretta contro paesi terzi
Tags:
finanziamenti, credito, Reattore nucleare, nucleare, Centrale, Costruzione, Russia, Iran
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook