Widgets Magazine
21:37 23 Luglio 2019
Sede dell'UE a Bruxelles

L’UE ha deciso la strategia da adottare in Siria

© AP Photo / Virginia Mayo
Mondo
URL abbreviato
22031

I ministri degli Esteri dei paesi membri dell’Unione Europea hanno decretato la strategia da adottare in Siria. Essa comprende, tra l'altro, il sostegno alla delegazione dell'opposizione ai colloqui di Ginevra, il perseguimento dei responsabili per i crimini di guerra e l’assistenza umanitaria alla popolazione civile.

La strategia si compone di sei punti. Al primo punto si eprime il sostegno alla transizione politica in conformità con la risoluzione 2254 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, le cui trattative tra le parti in conflitto si terranno sotto l'egida dell'inviato speciale dell'ONU sulla Siria e degli attori internazionali e regionali.

Il secondo punto riguarda il supporto dell'opposizione siriana, in particolare del comitato negoziale supremo in qualità di delegazione ai colloqui di Ginevra sotto la tutela delle Nazioni Unite. Il terzo punto è dedicato all'assistenza umanitaria "tempestiva, efficace e rigorosa" alle categorie più vulnerabili della popolazione siriana. Il punto successo è pertinente alla promozione della democrazie, dei diritti umani, della libertà d'espressione "attraverso il rafforzamento delle organizzazioni della società civile siriana".

Al quinto punto è dichiarato l'impegno di perseguire i responsabili dei crimini di guerra, necessario a contribuire al processo di riconciliazione nazionale. "L'Unione Europea continuerà a lavorare per chiarire la responsabilità dei crimini di guerra, delle violazioni dei diritti umani e del diritto umanitario internazionale, compresi i casi confermati di l'uso di armi chimiche", si legge nel documento.

Infine, il sesto punto contempla il sostegno della stabilità della società siriana, in particolare dei settori dell'istruzione e dell'occupazione, e la creazione delle strutture di governo locale.

Correlati:

Crisi Siria, documento politico sulla risoluzione del conflitto al tavolo dei negoziati
Siria, ministero Esteri russo: Da Parigi richiesta paradossale
Eurodeputato: In Siria ho visto una situazione che i media europei non raccontano
Tags:
assistenza umanitaria, Popolazione, Civili, Strategia, Crimini di guerra, Opposizione, Libertà civili, Situazione in Siria, Unione Europea, Siria, UE
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik