02:21 13 Dicembre 2018
Civili in fuga da Mosul

Iraq, a marzo uccisi 543 civili, 367 solo in regione Mosul

© REUTERS / Alaa Al-Marjani
Mondo
URL abbreviato
309

Il bilancio della Missione di assistenza delle Nazioni Unite.

E' di 543 morti e di altri 561 feriti il bilancio delle vittime tra i civili in Iraq nel mese di marzo. Lo ha comunicato la Missione di assistenza delle Nazioni Unite.

La regione più colpita è quella di Ninive dove insiste la città di Mosul con 367 morti e 174 feriti, seguita da quella di Baghdad dove sono state uccise 84 persone e 246 sono stati i feriti.

"I terroristi hanno usato ogni possibile modo per infliggere sofferenze ai civili. Due autobombe hanno provocato molti morti e feriti nella zona di Baghdad il mese scorso. A Mosul occidentale, il Daesh ha proceduto al trasferimento di civili usandoli come scudi umani. In alcuni casi hanno minato edifici civili o hanno sparato alla popolazione che tentava di fuggire", ha detto il Rappresentante speciale del Segretario generale dell'Onu per l'Iraq, Jan Kubis.

L'operazione irachena di riconquistare Mosul, roccaforte chiave dell'Isis è iniziata a ottobre 2016 e ha portato alla liberazione della parte orientale della città a gennaio, mentre i combattimenti continuano nella zona ovest.

Correlati:

Coalizione USA riconosce la morte di 396 civili tra Siria e Iraq durante i raid
Iraq, Masum: presenza a terra di Isis finirà a breve
Mosul, il leader dell’ISIS potrebbe essere in trappola
Mosul, la Russia potrebbe applicare lo stesso piano per la liberazione di Aleppo
Tags:
Civili, rifugiati, Morti, Profughi, Feriti, ISIS, Mosul, Iraq
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik