Widgets Magazine
04:35 22 Settembre 2019
Immondizia sulle strade a Lvovo (Leopoli)

Bloomberg: l'Ucraina sta perdendo la guerra dei rifiuti, rischio disastro ambientale

© Sputnik . Stringer
Mondo
URL abbreviato
1552
Seguici su

Negli ultimi anni l'Ucraina si è imbattuta in un problema molto serio: il Paese sta letteralmente affogando tra i propri rifiuti, scrive Bloomberg.

Complessivamente in Ucraina funzionano 36mila discariche tra legali e illegali.

Esistono problemi con lo smaltimento dei rifiuti: le autorità non hanno fretta nel pagare la raccolta dei rifiuti e le amministrazioni comunali non promuovono abbastanza la raccolta differenziata e non sono in grado di destinare i fondi necessari per la costruzione di inceneritori ed altre infrastrutture per il trattamento dei rifiuti, si legge nell'articolo.

"La maggior parte delle discariche avrebbero finito il periodo di esercizio, ma continuano ad essere sfruttate e in qualsiasi momento potrebbe capitare qualcosa," — l'agenzia riporta le parole del responsabile su energia e ambiente del programma di sviluppo delle Nazioni Unite Sergey Volkov.

Ad esempio a Lvovo (Leopoli) la gente del posto si lamenta delle promesse non mantenute dell'amministrazione locale.

Secondo un'interlocutrice dell'agenzia, 6 anni fa avevano promesso di effettuare bonifiche in città, tuttavia le montagne di spazzatura continuano a crescere.

Secondo i dati di Bloomberg, in Ucraina il 95% dei rifiuti solidi vengono inviati nelle discariche. Per confronto in Europa, secondo le stime di Eurostat, questa cifra non supera il 45%. Allo stesso tempo solo il 4% di tutti i rifiuti ucraini viene trattato per il riciclaggio, a fronte del 39% in Europa.

In Ucraina cresce il rischio di disastro ambientale, sottolinea Bloomberg. A maggio dello scorso anno in una discarica di Lvovo sono state date alle fiamme decine di tonnellate di spazzatura. Nell'occasione sono morti 4 soccorritori, riporta l'agenzia.

Allo stesso tempo gli ucraini pagano molto poco per lo smaltimento dei rifiuti. Anche tenendo conto che l'Ucraina è uno dei Paesi più poveri d'Europa, la tassa per la raccolta dei rifiuti è meno di 1 dollaro per una famiglia di quattro persone, valore molto al di sotto della soglia di redditività economica, secondo la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo.

A sua volta il governo centrale ucraino, nelle condizioni di lotta contro la piaga della corruzione radicata, non può aumentare le tasse per raccogliere fondi per lo sviluppo di progetti infrastrutturali, aggiunge l'economista dell'Istituto di Vienna per la ricerca economica Vasily Astrov.

Nessuno vuole pagare per lo smaltimento dei rifiuti, questo scoraggia le imprese straniere che non vedono ragioni per rimanere nel mercato ucraino. Inoltre circa l'80% dello smaltimento dei rifiuti in Ucraina avviene in nero: i senzatetto raccolgono i rifiuti dalle strade venendo pagati in contanti, mentre organizzazioni clandestine e imprese non registrate fanno sparire i rifiuti scaricandoli in discariche abusive.

 

Correlati:

"In Ucraina i rifiuti nucleari potrebbero cadere nelle mani dei terroristi"
Ucraina, ONU: il 60% della popolazione è sotto la soglia di povertà
Tags:
emergenza, Inquinamento, Ambiente, Società, rifiuti, Leopoli, Ucraina, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik