14:41 23 Settembre 2017
Roma+ 23°C
Mosca+ 13°C
    Tayyip Erdogan

    Erdogan si circonda di dipinti di Aivazovsky

    © REUTERS/ Yasin Bulbul/Presidential Palace
    Mondo
    URL abbreviato
    163942

    In molte fotografie degli incontri ufficiali del presidente turco Recep Tayyip Erdogan sono visibili sulle pareti del palazzo presidenziale i paesaggi di Istanbul dipinti dal pittore russo Ivan Aivazovsky.

    Il presidente turco si circonda dei dipinti di Aivazovsky non per caso. È stata aperta nel 2015 a Istanul una esposizione multimediale permanente nella quale figurano 400 dipinti del marinista. Nel 2017 si festeggiano 200 anni dalla nascita del pittore.

    Il direttore generale della mostra di Aivazovsky a Istanbul, Bülent Özükan, parla della popolarità dei lavori del pittore con Sputnik:

    "Con la Turchia Aivazovsky aveva dei rapporti piuttosto stretti, un certo numero di ricercatori russi della biografia dell'artista credono che Aivazovsky avesse radici turche. Aivazovsky ha realizzato più di 200 dipinti raffiguranti Istanbul. Anche tra gli artisti turchi non c'è nessuno che abbia realizzato una tale quantità di opere dedicate a questa città della Turchia. Questo spiega l'importanza dei dipinti di Aivazovsky nell'ambito delle arti visive della Turchia.

    Aivazovsky ha visitato Istanbul per la prima volta nel 1845, durante il regno del sultano Abdülmecit (1839-1861), poi è venuto nella capitale dell'impero Ottomano durante il regno del sultano Abdülaziz (1861 — 1876) e Abdülhamit (1876 — 1909), che incontrò tutti personalmente.

    Il primo viaggio a Istanbul ebbe luogo nel corso di una spedizione esplorativa della marina imperiale Russa, che comprendeva una visita negli stretti e nelle acque del mar Egeo. Aivazovsky partecipò alla spedizione come artista ufficiale della flotta russa. Aivazovsky regalò al sultano ottomano le sue tele, e fu insignito all'ordine. Nelle successive visite a Istanbul Aivazovsky continuò a incontrarsi con i governanti ottomani in qualità di rappresentante imperiale della Russia.

    Aivazovsky si ispirò molto al panorama di Istanbul. Dipinse i ritratti del sultano Abdul-Aziz, e dopo la sua morte, del suo successore, Murad V. Quest'ultima è l'unica tela di Ivan Aivazovsky a Istanbul, a palazzo Topkapi. Gli enti pubblici turchi possiedono circa 41 tele dell'artista. Dieci di esse si trovano nella residenza presidenziale, 21 nei palazzi dei sultani ottomani e 10 sono esposte in varie musei della marina e militari del paese. Ulteriori 10 dipinti dell'artista si trovano in collezioni private in provincia di Istanbul. Abbiamo tracciato una storia per un totale di 60 tele originali di Aivazovsky in Turchia.

    L'interesse per la pittura è stato sempre presente nella storia della Turchia, sia nel periodo ottomano che repubblicano, ma i primi capi di stato non prestavano attenzione all'arte come in Occidente. Sembra quindi molto importante il fatto che le tele di Aivazovsky siano riuscite a riservarsi un posto all'interno dei palazzi ottomani, e poi nelle agenzie governative. Dopo che il palazzo Topkapi fu trasformato in un museo, il grande patrimonio al suo interno fu trasferito nell'archivio del parlamento turco. E le tele Aivazovsky rappresentano una parte importante della collezione a disposizione del parlamento.

    Nelle fotografie fatte nella residenza durante gli incontri ufficiali del presidente Erdogan ci sono sempre dei dipinti di Aivazovsky. Il governo turco oggi apprezza molto il lavoro del marinista e considera la sua creatività un elemento di prestigio nazionale".

    Correlati:

    Erdogan valuta referendum sulla legittimità del corso europeista della Turchia
    Erdogan alza la voce contro l'Europa: rispettate i diritti umani
    Sputnik vince il primo premio al concorso Istanbul Photo Awards
    Tags:
    Arte, opere d`arte, Recep Erdogan, Turchia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik