13:54 24 Ottobre 2020
Mondo
URL abbreviato
15119
Seguici su

La Russia conduce “una guerra non dichiarata contro i valori liberali” dell’Europa, si dichiara nella risoluzione adottata dal Partito Popolare Europeo al congresso di La Valletta a Malta.

Il documento è intitolato "La disinformazione russa mina la democrazia occidentale". Nel documento viene dichiarato che "gli incessanti e rigorosi sforzi della Russia per la distorsione dei fatti", "la promozione della sfiducia verso il processo democratico" e "l'ingerenza nei processi elettorali occidentali" sono assolutamente inaccettabili.

Secondo la risoluzione la "propaganda russa", la "disinformazione" e il supporto delle "forze politiche antieuropee" minano il progetto europeo, la cooperazione transatlantica e le democrazie occidentali e più in generale, i "valori liberali, l'indipendenza politica e la sovranità".

Nel documento si osserva che "la minaccia informatica russa supera di gran lunga quella cinese".

Il Partito Popolare Europeo è un partito di centro-destra di unione politica pan-europea. È uno dei partiti più grandi d'Europa presente in tutte le istituzioni europee.

Correlati:

Unione europea di radiodiffusione cercherà di far partecipare la Russia ad Eurovision
L’Unione europea ha tradito l’Europa
Rivoluzione, Propaganda e Mosca: la mostra dell'architettura sovietica a Londra
In Lituania, canali televisivi locali controllati da "propaganda russa"
Margarita Simonyan commenta le audizioni al Congresso USA “sulla propaganda russa”
Tags:
Media, Diplomazia Internazionale, Media, Propaganda, Partito Popolare, Europa, Russia
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook