16:28 23 Settembre 2020
Mondo
URL abbreviato
404
Seguici su

Il capo della direzione generale dei musei e delle antichità iemeniti Muhannid al-Siyani ha raccontato a Sputnik che in due anni di conflitto sono stati distrutti in tutto il paese più di 2.000 siti storico-culturali e decine di musei.

Al-Siyani ha spiegato che la coalizione internazionale è in possesso della lista dei siti storico-culturali che bisogna salvaguardare. Tuttavia gli attacchi aerei su questi luoghi procedono lo stesso e certe aree sono state bombardate anche diverse volte.Finora non c'è un bilancio definitivo dei danni.

"Adesso la maggior parte dei reperti storici sono stati trasferiti in un luogo sicuro per proteggerli dagli attacchi aerei", ha detto al-Siyani.

Il Consiglio di Sicurezza dell'ONU ha emanato una risoluzione sul riconoscimento degli attacchi illeciti sui siti storici in Yemen. Si tratta di un'importante punto di partenza per l'incriminazione dei paesi che hanno commesso questo genere di barbarie, sottolinea al-Siyani. Egli ha aggiunto che quando la situazione si stabilizzerà lo Yemen si appellerà alla corte internazionale per avere il risarcimento dei danni da chi li ha commessi.

Correlati:

Giudice in Yemen condanna il presidente del paese alla pena di morte
Yemen, il popolo chiede aiuto alla Russia per la risoluzione del conflitto
Yemen, Mosca: preoccupati per piano saudita di attaccare porto di Hodeidah
Tags:
musei, bombardamenti, attacchi, distruzione, situazione in Medio Oriente, ONU, Yemen
RegolamentoDiscussione
Commenta via SputnikCommenta via Facebook