Widgets Magazine
22:52 15 Luglio 2019
Mosul, Iraq. (File)

Gli attacchi della coalizione alla diga sul fiume Eufrate minacciano catastrofe naturale

© REUTERS / Air Jalal
Mondo
URL abbreviato
1358

L'azione della coalizione internazionale in Siria, che infligge attacchi alla diga sul fiume Eufrate, nei pressi di Raqqa, può portare ad un disastro ambientale.

Lo ha detto durante una conferenza stampa il capo della gestione operativa dello Stato Maggiore, il generale colonnello Sergei Rudskoy.

"Si ha l'impressione che la coalizione internazionale abbia fissato l'obiettivo di distruggere completamente le infrastrutture sul territorio della Siria, per rendere più difficile la ricostruzione postbellica del paese. La preoccupazione più grande va ai colpi inflitti dall'aviazione della coalizione contro la diga sul fiume Eufrate, a ovest di Raqqa. L'ultimo di questi raid ha avuto luogo il 26 marzo", ha detto Rudskoy.

Secondo il colonnello, sono state danneggiate due valvole della diga, progettate per garantire lo scarico dell'acqua e svuotare il serbatoio quando è troppo pieno. 

"Queste azioni potrebbero portare a una grande catastrofe ambientale, l'allagamento di vaste aree e numerose vittime tra la popolazione civile", ha sottolineato Rudskoy.

Correlati:

Militari russi smorzano ottimismo di Parigi su operazione a Raqqa: "ecco cosa serve"
Siria, per Pentagono “indeterminato” il ruolo della Turchia nella liberazione di Raqqa
Siria, la Turchia non parteciperà alla liberazione di Raqqa al fianco dei curdi
Tags:
Acqua, Stato Maggiore dell'Esercito, Siria
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik