13:17 22 Giugno 2018
FMI

Gli analisti: FMI potrebbe costringere Kiev a togliere le sanzioni alle banche russe

© AP Photo / Jose Luis Magana
Mondo
URL abbreviato
2120

Le sanzioni ucraine contro le banche russe che operano nel paese possono causare disapprovazione da parte del Fondo Monetario Internazionale, che potrebbe chiedere la loro rimozione e collegare l'emissione della prossima tranche di prestiti con la stabilizzazione della situazione Sberbank.

"Il FMI può insistere per annullare tutte le sanzioni e ripristinare il normale funzionamento della Sberbank in conformità con il diritto internazionale. In questo caso, il presidente e il capo della banca nazionale devono seguire le indicazioni del FMI. Se questo accadrà è ancora difficile da dire" ha detto il direttore del centro analitico ucraino Alexander Okhrimenko. A suo parere, il fondo può concedere a Kiev la prossima tranche del prestito di 1 miliardo di dollari in cambio della stabilizzazione della situazione ucraina della filiale di Sberbank. "Il FMI può firmare il memorandum e richiedere di eliminare i vincoli che ostacolano i capitali di mercato" ha detto l'esperto.

"Il FMI ha sempre sostenuto la necessità di concorrenza del mercato bancario, cioè il Fondo ha chiuso gli occhi sulla chiusura e il fallimento delle banche ucraine non concorrenziali. Sberbank è una banca perfettamente competitiva, sarebbero troppo visibili i motivi politici per cui la si esclude dal mercato dell'Ucraina. L'FMI non sarà in grado compiere queste azioni e, probabilmente, ci saranno domande per il governo" ha detto il dottore in scienze economiche, economista onorario, Aleksej Plotikov.  

Correlati:

L'esperto: i lavoratori migranti portano in Ucraina più soldi dei prestiti del FMI
FMI rinvia incontro per ripartizione di tranche del prestito all’Ucraina
Parigi, esplosione presso sede dell’Fmi
Tags:
banca, dichiarazione, FMI, Ucraina
RegolamentoDiscussione
Commenta via FacebookCommenta via Sputnik