23:07 22 Marzo 2017
    La sede europea delle Nazioni Unite a Ginevra

    Siria, ai negoziati di Ginevra la Francia collaborerà con la Russia

    © REUTERS/ Salvatore Di Nolfi
    Mondo
    URL abbreviato
    469204

    Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov e il suo omologo francese Jean-Marc Ayrault durante una conversazione telefonica hanno concordato la cooperazione tra Mosca e Parigi nel prossimo round dei negoziati intersiriani a Ginevra.

    «Durante la discussione della situazione in Siria, Lavrov ha espresso soddisfazione per lo svolgimento dei lavori ad Astana, notando che la mancata partecipazione all'ultima riunione dei gruppi dell'opposizione armata testimonia che alcuni paesi stanno ancora cercando di evitare la soluzione pacifica, basata sulla risoluzione 2254 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite. I ministri hanno convenuto sulla collaborazione dei rappresentanti di Russia e Francia nella preparazione e svolgimento del prossimo ciclo di negoziati intersiriani di Ginevra del 23 marzo 2017», si legge in un comunicato pubblicato sul sito del ministero degli Esteri russo.

    La conversazione è stata avviata su iniziativa francese.

    Correlati:

    Siria, Mosca sostiene partecipazione dell’opposizione e dei curdi ai negoziati di Ginevra
    Mosca vuole la partecipazione dei curdi ai negoziati sulla Siria
    Negoziati su Siria, opposizione: ruolo di Mosca è molto importante
    Tags:
    Negoziati, Cooperazione, risoluzione, Negoziati di Ginevra, Situazione in Siria, ONU, Jean-Marc Ayrault, Sergej Lavrov, Siria, Francia, Russia
    RegolamentoDiscussione
    Commenta via FacebookCommenta via Sputnik

    Tutti i commenti

    • avatar
      francescoslossel
      spero sia la volta buona, visti i precedenti tentativi, neanche ben cammuffati di cercare la destabilizzazione del paese con accuse false e tendenziose sulle armi chimiche...comunque la pace è sbocciata anche se con qualche petalo in meno quindi vista l'amicizia che ha permesso lo sviluppo nucleare d'entrambi i paesi, Francia ed Israele, potrebbero, i Francesi, dire ai loro Nuke partner di tenersele strette nelle proprie cantine...
    • avatar
      nessuno
      La Francia sarà ai margini e spettatore di decisioni che competono ad altri, come è giusto che sia. Sarà una presenza inutile
    Mostra nuovi commenti (0)